26 lug 2021

FESTA DI GION

Insieme alla fine della stagione delle piogge, il glande caldo è arrivato e non allenta la sua morsa neanche per un attimo... 

Sono appena rientrata dalle vacanze nella regione nord-est del Giappone. Siamo partiti per cercare le temperature un po' più vivibili, ma anche in questa regione faceva caldissimo lo stesso...
Volevo pubblicare questo posto prima di partire per le vacanze, ma non avevo tempo... ma il mese di luglio è la stagione della festa di Gion che ha una lunga storia di più di 1000 anni.
Mi piacciono le ragazze con lo yukata (il kimono estivo), l'abito tradizionale giapponese.
Ecco, il Naginataboko che è un carro in testa alla processione.
Si vedono tre carri alla via Shijo. Con i carri la città di Kyoto si è animata.
Purtroppo anche quest'anno la sfilata dei carri non è stata eseguita (solo i dirigenti di ogni quartiere hanno sfilato in corteo), ma 11 carri su 23 sono stati costruiti per non dimenticare i procedimenti del montaggio che sono stati tramandati di generazione in generazione.
Non solo, anche i konchikichin, la musica caratteristica di questa festa si è esibita qua e là per la città. 
È stato bello vedere le persone felici e allegre dopo due anni. 
Ognuno dei carri ha una sua caratteristica,  e questo carro ha una gigante mantide sul tetto.
Gli uomini salgono a bordo dei carri dalle scale laterali e suonano i konchikichin composti di flauti, tamburi e kane (strumenti tradizionali)...
I tappeti, gli affreschi e le sculture che coprono i carri sono le opere d'arte che si possono ammirare solamente una volta all'anno.
È stato bellissimo fare un giro ammirando quei tesori e ascoltando i konchikichin... la città era piena d'energia e sono stata contagiata dalla sua allegria...
Un dolce avvolto in una foglia di bambù con un amuleto di questa festa... un profumo della foglia è buonissimo...
Durante le nostre vacanze, le Olimpiadi sono iniziate. Non mi interessavano le Olimpiadi, ma ho visto un po' la cerimonia di apertura alla tv nella stanza dell'albergo. Ero stanca di morire e l'ho vista sonnecchiando, ma è stato bello vedere gli atleti felici e allegri (sono rimasta un po' sorpresa dalle divise dell'Italia)... spero che si concludano senza problemi.

8 commenti:

Mirtillo14 ha detto...

Una bella festa!! Bellissimi carri. Dopo due anni, è bello tornare a far festa. È un po' di normalità, dopo due anni. Saluti.

Ariano Geta ha detto...

Grazie ber le belle foto, il Gion Matsuri è un evento importante per Kyoto, speriamo che l'anno prossima si possa fare con le solite modalità senza paura del covid.
La divisa dell'Italia non mi è piaciuta per niente, ma forse era un omaggio al vecchio videogioco Pac-Man :-D

White Blossom✿ ha detto...

Bentornata a casa!! Anche qui è arrivato il grande caldo. È umido e lo patisco tantissimo. Ho visto la cerimonia di apertura, anch'io sonnecchiando, ma la rappresentazione dei pittogrammi (simboli delle varie discipline sportive) è stata bella. Le divise dell'Italia, davanti, vogliono riprendere il simbolo del Sol Levante, mentre dietro la scritta ricorda i kana. Nonostante questo non convincono, anche se ideate dallo stilista Armani. Un abbraccio!!

Nyu Egawa ha detto...

Mi spiace che la festa non sia stata completa ma immagino che fosse ugualmente bella!

Giancarlo ha detto...

Buon mercoledi

Vivì ha detto...

Spettacolo...adoro tutto ciò che riguarda "Il Sol Levante" una terra antica ricca di storia, cultura e leggende suggestive. Grazie per questo bel resoconto di viaggio.

Titti ha detto...

@ Mirtillo 14,
è bello davvero...

@ Ariano Geta,
la festa non è eseguita a causa della paura, ma per l'etichetta (per non sembrare maleducati),ormai.
La divisa italiana invece mi ha fatto pensare a Doraemon!

@ White Blossom,
anche il caldo di quest'anno era troppo...

@ Nyu,
infatti è bellissima e mi è piaciuta.

@ Giancarlo,
grazie!

@ Vivì,
sono contenta che ti sia piaciuta la festa!

Azka Kamil ha detto...

Buon mercoledi