23 apr 2016

LA STAGIONE PASSA

La magia che tinge tutta la città di rosa chiarissima è svanita in un momento e il verde chiaro delle foglie nuove l'ha rimpiazzato.

Non c'è più quello splendore particolare che i ciliegi hanno, ma è piacevole lo stesso quel periodo e mi piace vedere i raggi del sole risplendere sulle foglie verde.
Davanti a casa mia, l'atmosfera è così diversa da quella del foto del posto precedente.
Le cime di rapa che dimenticavo di raccogliere hanno avuto i fiori. Sono rimasta meravigliata dalla sua graziosità.
In questo periodo sono impegnatissima e sto lasciando tutto in sospeso, sto trascurando i particolari a cui di solito presto attenzione, e non riesco a stare al passo con il passare del tempo...

Ora con il kashiwamochi, il dolce ripieno di marmellata di fagioli rossi avvolto in una foglia di quercia che è il dolce proprio di questo periodo, ho avuto un attimo di riposo... 

TERREMOTI A KUMAMOTO

Dopo 5 anni dallo tsunami di Tohoku, ancora c'è stato un altro disastro. Ma quanto sono frequenti i terremoti in Giappone...

Una settimana fa i grandi terremoti hanno colpito la provincia di Kumamoto, in sud parte del Giappone. Ci sono state le due forti scosse, una dopo l'altra in 28 ore. Ma chi poteva prevedere che un'altra scossa, più grande della prima sarebbe arrivata proprio il giorno seguente? 

Attualmente ci sono 48 vittime, 2 dispersi, più di 1000 feriti, 1500 case totalmente distrutte, e 1300 case parzialmente distrutte. E circa 92 mila persone vivono in centri di accoglienza.

Mi sembra che la confusione che all'inizio c'era nella zona, sta per cessare. 
"Dateci l'acqua potabile" 
scritto sul terreno del campo di una scuola che si è trasformata in un rifugio il giorno successivo alle prime scosse.
E' arrivata.
"Grazie per l'acqua potabile. Non ci scoraggiamo."

Dopo tre giorni l'aeroporto è stato riaperto, e dopo una settimana la linea dello shinkansen (linea ferroviaria ad alta velocità) è stata ricollegata anche se parzialmente. I lavori della ricostruzione stanno progredendo rapidamente. 
Ma quando tornerà la normalità alla gente della zona...? Spero il più presto possibile...

08 apr 2016

FIORITURA DEI CILIEGI 2016

Anche quest'anno è arrivato il periodo di magia. Non solo i posti belli e turistici ma anche i luoghi normali come le vie semplici, i giardini e le piazze, dappertutto si tingono di rosa chiara.

Tuttavia la fioritura dei ciliegi dura poco, dopo circa una settimana dal sboccio dei primi fiori, i ciliegi arrivano alla piena fioritura e subito i petali iniziano a cadere...

E' proprio questa fugacità che ci attrae e ci incanta. Fino dall'antichità per noi giapponesi i fiori di ciliegio sono speciali.

Quando arriva la primavera, siamo ansiosi di sapere quando fioriscono i ciliegi. Le previsioni vengono aggiornate ripetutamente.

In ogni provincia c'è un albero campione di ciliegio e viene osservato attentamente dagli addetti locali dell'Ente Meteorologico. E appena constatai i primi cinque boccioli aperti, viene annunciato ufficialmente l'inizio della fioritura di ciliegio. Aspettiamo questo annuncio che ci fa sapere anche l'arrivo della primavera. E usciamo, passeggiamo e facciamo la festa sotto gli alberi... La fioritura di ciliegi è un evento nazionale.
Il ciliegio a pendente.
Lo sprigionamento della primavera.
E' l'usignolo?
E' un paesaggio tranquillo e dolce.
Fioriscono a profusione dappertutto.
In piena fioritura.
 
Sotto il baldacchino di ciliegio sembra che i fiori scroscino...
Nei templi a Kyoto.
Vicino a casa mia. Si affretta verso la stazione sotto i ciliegi.
Tutti beati sotto i ciliegi.
Mi sembra che le machine andavano lentamente più del solito...
Davanti a casa mia.
I tunnel dei ciliegi.
I bambini che giocano sotto i ciliegi.
Ci sono tanti posti più belli e famosi per i ciliegi, sia a Kyoto che ad Osaka, ma ora sono affollatissimi di turisti stranieri, e li ho evitati. Ho passeggiato solo vicino a casa e un po' a Kyoto, ma cercando i posti meno rinomati ma tranquilli per godermi la fioritura serenamente.
Il dolce di questo periodo è il sakuramochi che viene coperto dalle foglie di ciliegio.
Dentro c'è la polpetta di riso ricoperta di marmellata di fagioli rossi. Ha un buon profumo di foglie.
E un'altro che rappresenta la fioritura di ciliegio.

Ora la magia è sparita e subito il verde chiaro subentreranno la rosa chiara...

Le poesie antiche → http://imonologhi.blogspot.jp/2015/04/sakura.html
I ciliegi dell'anno scorso → http://imonologhi.blogspot.jp/2015/04/sakura-ancora.html
Le foto mie preferite → http://imonologhi.blogspot.jp/2014/04/i-fiori-dei-ciliegi-stanno-cadendo-e-le.html

29 mar 2016

TAKAYAMA, UN PAESE TRA LE MONTAGNE

La mia fuga dalla realtà è continuata e il giorno dopo abbiamo visitato un'altro paese molto grazioso Takayama.
 
Sono rimaste intatte le case tradizionali e meravigliose.
In questo paese le tettoie delle case sono tutte basse perché era vietato costruire quella più alta della dimora dei governatori.
Sopra la gronda della tettoia ho trovato l'altare scintoista. 
Il tempio scintoista famoso per la festa.
Il palazzo dell'ex municipio utilizzato dal 1895 al 1968.
L'ingresso del sede del governo locale, è l’unico edificio di questo genere in Giappone. Fu costruito nel 1615 e gestito dalle autorità feudali fino al XIX secolo. Gli edifici attuali furono ricostruiti nel 1816.
E molto grande ed è davvero interessante vedere tutte quelle stanze, ognuna riservata al proprio uso.
Ma quello che mi è rimasto impressionato di più è questo palazzo del museo delle arti popolari di Kusakabe. E' una abitazione costruita nel 1879
E' un eccellente esempio dell'architettura tradizionale di Takayama.
Il graticolato costruito tridimensionalmente dalle travi e dai pali è bellissimo.
Si susseguono le stanze ampie.
Il cortile visto dal corridoio mi è piaciuto molto.
L'altare scintoista mi ricorda la casa in cui sono cresciuta. Quando ero piccola a casa nostra c'era uno simile a questo.
Anche qui c'è l'irori, il focolare incassato nel pavimento. Durante l'inverno freddissimo e lunghissimo la tutta la famiglia si sarà riunita qui attorno...
Al secondo piano sono esposti gli oggetti antichi, tutti meravigliosi.
Poi c'è il deposito in cui venivano custoditi i tesori della famiglia.
 
Ci è offerta una tazza del tè dei fiori di ciliegi. Ha un profumo di primavera.
Queste palle realizzate dai rami di cedro appese sopra il tettoia dei fabbricanti di sake sono un segno che annuncia che è pronto il sake novello. All'inizio (in autunno) queste palle sono fresche e hanno il colore verde, ma piano piano appassiscono e diventano marroni. Poi arriva un'altra stagione e appendono un'altra palla.
Le botti di sake.
A Takayama vengono prodotti i buonissimi sake, ma mi dispiace che sono astemia...
Abbiamo assaggiato i piatti tipici. Erano tutti buonissimi.
Non solo, passeggiando si possono assaggiare varie merendine, come i spiedini di manzo Hida o le polpette di riso.

Ora i fiori dei ciliegi sono in fioritura. E' il mio periodo più preferito non perché sono nata in questo periodo ma perché è veramente magico...