03 lug 2014

DI ILDE CE N'E UNA SOLA

La storia gira intorno ad una carta d’identità senza la foto che viene ritrovata in un rivolo, solo con il nome, Ilde Ratti e tutti gli altri particolari di un documento. La carta d’identità è di un’impiegata sposata con Oscar, un operaio semplice in casa integrazione.

E Oscar che un giorno riceve la telefonata che è stata trovata la carta d’identità in un posto in cui lui non è mai stato dice che è un errore, ma va a vedere e si scopre che non ci sono altre Ilde Ratti. 

Visto che la sua moglie ha un bel caratterino e con lei bisogna andarci piano, decide di mettersi in azione di nascosto per risolvere il mistero. E una notte Oscar cerca nella borsa di Ilde e trova un documento d’identità di un uomo...

All'inizio la storia è interessante, sono andata avanti curiosa di sapere come la storia sarebbe andata a finire. Infatti ho letto questo libro in una sola tirata (solo 151 pagine).
Ma purtroppo la fine non mi è piaciuta. Per me è troppo banale e troppo triste.
Forse con questi personaggi e questi scenari la storia potrebbe avere un'altra fine e essere più interessante...

In questo romanzo, nel luglio del 1970 fa un caldo della malora. L'aria è densa di umidità e il cielo una cappa di afa. Come da noi in questi giorni.
E per cacciare via questo caldo sto già consumando i gelati in abbondanza... 
L'altro giorno ne ho mangiato uno a GROM di Osaka.
L'albicocca e il latte. Era squisito.
Anche la granita di mango era rinfrescante...

5 commenti:

Volpe Artica ha detto...

non pensavo esistesse anche la farina di felce! Chissà se anche in Italia riuscirò a trovarla? Mi piacerebbe molto provare questo dolce!

Ariano Geta ha detto...

Non sapevo che Grom è arrivato anche in Giappone, pensavo si trovasse solo in Italia.

White Blossom✿ ha detto...

Ciao. Non ho letto niente di questo autore ma, come sempre, prendo nota...
I gelati saranno sicuramente buoni, dato che GROM ha come scopo quello di ottenere per i suoi gelati una qualità superiore, utilizzando ingredienti tipici delle rispettive regioni italiane e dei Paesi del mondo. Ho visto che c'è anche a Tokyo, oltre che a Osaka, e anche negli Stati Uniti, oltre all'Italia.
Matane...

Nyu Sumeragi ha detto...

Anche io sto facendo una gran scorta di gelato.. mi piace tantissimo!

Titti ha detto...

@ Volpe Artica,
mi sono informata un po', ma purtroppo mi sembra che sia difficile trovarla in Italia... comunque la farina si chiama "fariana di warabi"...

@ Ariano Geta,
qui ad Osaka è arrivato circa tre anni fa...

@ White Blossom,
proprio per questo mi piace Grom.
Io l'ho mangiato per la prima volta ad Udine e mi è piaciuto subito...

@ Nyu,
anche tu!