24 ott 2012

IL POSTINO DI NERUDA

Il film l'ho visto tanti tanti anni fa e ricordavo solo che era bellissimo.
Ma non sapevo che l'autore dell'opera originale è cileno anziché italiano e la storia è ambientato in una piccola isola cilena anziché ad Ischia.

Leggendo, mi sono resa conto che la storia fosse molto diversa dal film... o avevo dimenticato quasi la storia...

Comunque, mi è piaciuto molto questo libro, quasi non so dire quale è più bello, il libro o il film.
I protagonisti sono simpatici e pieni di vita, le metafore che si scambiano tra Neruda e Mario sono bellissime, e lo sfondo sociale di quest'epoca della Cile è di grande interesse.

Solo che la fine della storia mi sembra un po' ambigua.
Che fine ha avuto il postino, Mario...?

Inoltre, lo stile dell'autore è spiritoso, ed è diventato uno dei libri che vorrei rileggere ripetutamente...

Un po' prima, ho cominciato a leggere un libro, ma non mi è piaciuto e non correva, e alla fine l'ho abbandonato. Non mi piace abbandonare la lettura a metà, ma ho capito che a volte è meglio leggere i libri belli invece di sprecare il tempo con i libri che non mi piacciono...
Ora manca una settimana al Halloween, l'altro giorno l'abbiamo festeggiato in anticipo con questa torta buonissima...
Ancora ho ricevuto questo dolcissimo premio da Barbara di Correndomi Incontro che è bellissimo con i piatti deliziosi e le foto fantastiche. Grazie Barbara...

15 commenti:

Luigi ha detto...

bellissima storia Titti: il film devo ancora vederlo e non vedo l'ora!!!
Un sorriso

Pupottina ha detto...

ciao Titti.
non lo sapevo del libro e di tutte le differenze con il film.
bellissimo il dolce di Halloween!!! perché hai festeggiato in anticipo?

quando un libro non mi prende leggendo le prime 100 pagine, lop lascio anche io. con uno, era così pesante che già a 30 pagine ho rinunciato ;-)
poi magari lo proverò a leggere fra un anno per vedere se mi piace di più, ma dubito... o non mi decido mai

Diana Ervas ha detto...

Ricordo di aver visto il film molti anni fa.... grazie per avermelo ricordato! Se ti va passa a trovarmi, mi piacerebbe molto venissi a conoscenza di un mio tentativo di lavorare a distanza... un abbraccio!

AnnMeri ha detto...

Ero molto piccola quando ho visto il film e non mi ricordo molto...
Quella torta sembra buonissima!!!!

Ariano Geta ha detto...

L'ho letto, effettivamente è un bel romanzo ma un po' diverso dal film. Essendo ambientato in Cile, ci sono riferimenti alla storia cilena che non possono esistere nel film italiano.
Inoltre, purtroppo Massimo Troisi morì poco prima che finissero le riprese, così alcune scene previste non furono realizzate perché mancava lui, e il finale fu modificato rispetto alla sceneggiatura.

Nyu Sumeragi ha detto...

Credo di non aver mai visto il film.. devo rimediare! :p

Strawberry ha detto...

Il postino di Neruda è un libro che ho letto diversi anni fa e mi è piaciuto tanto...e si è diverso dal film e per me il libro è migliore...

Lunaria ha detto...

Adoro questo film ma non ho mailetto il libro. Però ti posso dire che leggo periodicamente le poesie di Pablo Neruda... sono bellissime!
Ah...gli asparagi qui da me si trovano sia in autunno che in primavera.

arrgianf ha detto...

il postino poi morì seguendo l'esempio che diceva Pablo.

Un saluto a te Titti visto che sei amica di Randi :)

White Blossom✿ ha detto...

Titti!
Non sapevo dell'opera originale del film, molto bello, tra l'altro. Ogni volta che sento la colonna sonora penso al protagonista, Massimo Troisi, con una sensazione di ammirazione e tristezza. Però ci ha lasciato un bel ricordo di lui.
Anche a me capita, se un libro non mi piace, e intendo "non mi dà piacere, leggendolo", lo abbandono. Perché è inutile continuare a leggere, se non scorre, a meno che non si tratti di qualcosa che, anche se un po' noiosa, si debba leggere per impararla o per informazione.
Aggiungiamo anche questa alle cose in comune! ;))
Matane!
Patri

randi ha detto...

con il passare degli anni mi sono resa conto che è davvero una perdita di tempo 'incaponirsi' nel voler leggere un libro che nn piace... perchè poi? nn riceveremo premi per il buon cuore dimostrato nè arricchiremo la ns.anima; ah! forse farà bene al viso: gli sbadigli muovono i muscoli e la pelle rimane elastica!

Olindo ha detto...

Di sicuro un libro deve attrarre nelle sue prime pagine (non le prime cento!): sforzarsi di leggere qualcosa che altri dicono sia bello non è mai una buona idea. E' compito dell'autore invogliare a proseguire la lettura nelle prime pagine scritte. Se non ci riesce allora non è un buon autore. Te lo dice un autore! ;)
Ciao!

Titti ha detto...

@ Luigi,
sono bellissimi sia il film che il libro...

@ Pupottina,
solo che ci siamo viste in quel periodo dopo tanto tempo...
Allora proverò anch'io, a leggerlo fra un anno...

@ Diana Ervas,
ti visiterò dopo, con calma...

@ AnnMeri,
infatti era buonissima...

@ Ariano Geta,
non sapevo che Massimo Triisi morì prima che finissero le riprese, ma pensavo che subito dopo le riprese.
Grazie per avermelo fatto sapere...

@ Nyu,
sono bellissimi, sia il film che il libro...

@ Strawberry,
infatti, questo libro è bellissimo...

@ Lunaria,
vorrei leggere le poesie di Neruda...

@ arrigianf,
morì... grazie per l'informazione.

@ White Blossom,
Allora ho fatto bene ad abbandonarlo a metà...
Infatti anche la colonna sonora era bella... mi viene in mente un bellissimo paesaggio di Ischia...

@ randi,
ma opto il tempo che la pelle del viso! Anche se la seconda è in una situazione disastrosa...

@ Olindo,
grazie per un buon consiglio. Sono stata liberata dagli scrupoli...


arrgianf ha detto...

:) ciaooo grazie per essere passata nel mio blog :)

Titti ha detto...

@ arrgianf,
grazie anche a te!