24 lug 2012

CICALE

I cumulonembri e i cori delle cicale sono il simbolo dell'estate giapponese.

Purtroppo la foto non può trasmettere i cori delle cicale... ma al mio balcone arrivano e frignano, anche attraverso le finestre, si sentono i loro cori.
E' un momento in cui si sente l'estate...

Per noi giapponesi, i cori delle cicale sono piacevoli, e spesso sono cantati in versi.
E anche sono utilizzati spesso come effetto sonoro nelle varie scene dei film o delle telenovelle... se li sentiamo, capiamo subito che è in estate...
Ma ho letto da qualche parte che i cori delle cicale nei film e nelle telenovelle vengono cancellati prima di esportarli all'estero, perché vengono scambiati per i disturbi... ma è vero...?

Poco prima, quando camminavamo sotto i cori delle cicale, una mia cliente italiana mi ha raccontato una favola di Esopo, "La cicala e la formica" e ha detto, "in Giappone ci sono così tante cicale, perché voi giapponesi siete formiche, mentre in Italia...".
Non ero molto d'accordo, ma l'ho trovato interessante perché da noi questa favola è conosciuta come "La locusta e la formica".

Le cicale sono vivono principalmente nella zona tropicale e subtropicale ed erano sconosciuti nei paesi nordeuropei.
E quando questa favola fu tradotta dal greco alle lingue dei paesi nordeuropei, la cicala diventò la locusta e in Giappone arrivò questa versione nordeuropea.
Che ignorante, non sapevo nulla...

E ascoltando i loro cori, mi viene in mente un ricordo di quando ero bambina.
Mio fratello prendeva le cicale con la rete per farfalle e le custodiva nella gabbia per insetti per farle vedere agli amici.
Ma verso sera le lasciava libere una dopo l'altra perché i miei genitori ebbero stabilito una regola di lasciare libere le cicale la serata perché le cicale avevano una vita di solo una o due settimane dopo tanti anni passati sottoterra ed era ingiusto trattenerle tanto nella gabbia.
Mi piaceva vedere le cicale prendere il volo al tramonto, libere e felici...

Tante cose sono state cambiate in questi anni, ma i cori delle cicale sono sempre uguali...
Il caldo mi toglie l'appetito, ma i dolci sono eccezionali...

19 commenti:

Lara ha detto...

Ciao Titti, anche da casa mia si sentono le cicale frignire... appena le sentiamo, io e mio marito diciamo sempre: E' ARRIVATA L'ESTATE.
Sul fatto che dai film tolgano i rumori di fondo, non mi sorprende, ne fanno tante in fase di doppiaggio all'estero, che riescono a volte, anche a trasformare le trame dei film o delle telenovele.
Per esempio: hai mai visto The Nanny? Quel telefilm americano con Fran Dresher? Beh pensa che in Italia l'hanno fatta diventare un'emigrata italiana proveniente da Frosinone e che sua madre Sylvia, qui da noi si chiamava Assunta ed era sua zia...
Un abbraccio.

AnnMeri ha detto...

Putroppo quando varcano i confini, le produzioni subiscono una miriade di cambiamenti, tanto da stravolgere a volte, la trama stessa...
Anche a me il caldo toglie l'appetito, tuttavia nn rinuncio a cose fresche ^^

Sig.na Silvietta ha detto...

Non sapevo proprio che la cicala e la formina in giappone fosse diventata "la locusta e la formica"... adoro il rumore delle cicale.. mi ricorda le mie estati in campagna!!!
p.s. quei dolci.. fanno tanta gola anche me!

IsabelC. ha detto...

Di recente, ho attraversato a piedi una pineta per raggiungere una spiaggia "selvaggia" (no ombrelloni e poca gente). Il suono delle cicale era talmente forte che per parlare dovevamo urlare! Chissà cos'hanno da dirsi...

Strawberry ha detto...

Cara Titti, finalmente qualcosa che condividiamo entrambe: anche per me l'estate ha come colonna sonora le cicale...io sono pugliese e al Sud, quando torno a casa dei miei, le cicale si sentono e danno all'atmosfera quel tocco inconfondibile senza il quale non sarebbe estate...:-)

Nyu ha detto...

Quando sento le cicale, mi sembra che faccia ancora più caldo.. ahahahah!

Belinda ha detto...

Ciao Titti. Anch'io, quando sento le cicale, penso che l'estate è arrivata! Quest'anno si sono fatte sentire molto presto ma ora sono alcuni giorni che tacciono perchè c'è brutto tempo e piove! Fra qualche giorno tornerà il caldo e con lui i canti delle cicale! Il mio ricordo più bello è di quando, da bambina, andavo in campagna con i miei genitori ed alcuni loro amici; dopo pranzo io, mia sorella e gli altri bambini, uscivamo dal casale per andare ad espolorare quel luogo per noi magico e sconosciuto. Si sentivano solo le cicale cantare e l'odore dell'erba appena tagliata!

Pupottina ha detto...

con gli insetti in generale non vado d'accordo, ma sono sicura che è un evento che si può ammirare con la debita distanza e poi comunque trasmette il simbolo di quello che è, ossia un evento legato all'estate.

la ciambella del tuo spuntino, come tutto il resto, è super invitante ;-)

edvige ha detto...

Si cara la storia della cicala e della formica l'una laborioso e si prepara per l'inverno l'altra invece si gode l'estate e con l'inverno...se ne va non ha nulla!!!
E' come dire che bisogna provvedere per tutelarsi nel futuro...ciaooo e buona settimana.
PS.
Io in estate ho fame in inverno posso stare anche digiuna :DD

maria ha detto...

Ciao mia cara amica, adoro le cicale, il loro verso mette allegria, non so come spiegarlo. Fa tanto estate, ecco!!!

wiska ha detto...

Ho sempre saputo che le cicale emettono il loro suono durante il giorno, per cessare dopo il tramonto. Eppure mi è capitato spesso di sentirle anche a sera inoltrata, forse in questo mondo sordo alla natura, anch'esse si stanno adattando.
Grazie, a presto

Ariano Geta ha detto...

Anche da noi si sentono le cicale.
C'è una parco acquatico circondato dal verde, quasi tutti vanno lì solo per andare in piscina, negli scivoli, abbronzarsi sotto il sole... Io invece ogni tanto vado in mezzo al verde, sotto gli alberi, e ascolto spesso gli interminabili concerti delle cicale.
P.S.: quando fa caldo, meglio un buon gelato :-)

Francesco Maula ha detto...

Le cicale mi ricordano tanto la pineta di Principina (GR) d'estate é un concerto assordante, se ci si abitua pare la colonna sonora dell'estate. Ciao!

Serena Bucci ha detto...

Mi piace sentire il frinire delle cicale anche se quel canto preannuncia sempre tanto caldo. Nel mio giardino, attaccate alla corteccia degli alberi da frutto, trovo sempre le mute vuote, non riesco mai a vederle mentre cantano: appena mi avvicino per individuare dove sono, si zittiscono!
E' molto invitante il tuo fresco dolce! Ciao, buona estate.

L'angolo della casalinga ha detto...

Carissima, da me (zona di Venezia) le cicale si sentono eccome! Eppure è vero, non le ho mai notate nei film.. neanche in quelli giapponesi.. temo venga tolto il loro suono, come dici tu, che peccato..

kernele ha detto...

ciao TITTI,
è un pò di tempo che non passo da queste parti.

cicale ed effetti sonori nel cinema...
proprio ieri, prima di andare a letto, mi sono guardato l'anime 5 cm al secondo.
e ho fatto caso, non solo al frinire dei grilli, ma a tutti i suoni che ci sono dentro quell'anime. davvero tanti!
credo che sia una caratteristica della cinematografia giapponese. e a me, piacciono un botto!

ti lascio con un piccolo spaccato ( ¹e spaccata ) della tv italiana primi anni '80.

cicale! cicale! cicale!
http://www.youtube.com/watch?v=ZUknfPfnQ9Q

canzone sensa senso eh, ma orecchiabile e carina.

¹ vestiti e spaccate della ballerina heather parisi... credo siano stati un sogno erotico di molti maschietti.

Adriana Riccomagno ha detto...

Sono appena stata in Camargue, dove, oltre ai tori e ai cavalli, l'animale tipico sono proprio le cicale!

Titti ha detto...

@ Lara,
si si, so bene i cori di cicale in italia...
da noi anche in città i loro cori sono molto alti...

@ AnnMeri,
purtroppo si... mangi molto la gratta checca...?

@ Sig.na Silvietta,
infatti si, e al contrario non sapevo che sia la cicala e la formica...

@ IsabelC,
infatti, cos'hanno da dirsi...?

@ Strawberry,
ma sei pugliese! Ricordo bene i cori di cicale in campagna ed era piacevole lo stesso...
Mi piace molto l'estate della Puglia...

@ Nyu,
invece noi, più sentiamo i loro cori più sentiamo la calma...

@ Belinda,
ricordo bene i cori delle cicale in italia ed erano piacevoli lo stesso... che bello quel ricordo...

@ Pupottina,
è proprio il simbolo dell'estate...

@ edvige,
infatti, è un racconto educativo...

@ maria,
infatti!

@ wiska,
hai ragione... si adattano...
anche da noi, le cicale cantano anche la sera...fino a tardi...

@ Ariano Geta,
sarà piacevole trascorrere in parco in questo modo...
Lo sai un haiku di Basyo sulle cicale?

@ Francesco Maula,
sarà bello ascoltare i loro cori alla pineta...

@ Serena Bucci,
si si, trovo le mute vuote ma vedo anche le cicale cantare anche al mio balcone di 7mo piano...

@ kernele,
meno male che non sono cancellati... perché così piacevoli...
grazie, vado a vederlo...

@ Adriana Riccomagno,
le cicale sono sempre il simbolo dell'estate!
Da noi anche in città i loro cori sono molto grandi...

jimmy manss ha detto...

nice post !

Søgemaskineoptimering