02 apr 2012

LA MANOMISSIONE DELLE PAROLE

In un romanzo di Gianrico Carofiglio, "Ragionevoli dubbi", il protagonista Guido Guerrieri prende una copia in una libreria "Osteria del caffellatte" a Bari.

Questa copia si chiama "La manomissione delle parole" e tanti lettori incuriositi chiedevano all'autore come procurarsi quel volume non trovandolo in nessuna libreria.
Glielo hanno chiesto così tante volte che a un certo punto l'autore, ha deciso di scriverlo.
"Se quel libro non esiste ma molti hanno voglia di leggerlo, allora c'era una sola cosa da fare".

Adoro molto la serie di Guido Guerrieri.
Quando ho letto "Ragionevoli dubbi", mi sono incuriosita anch'io di questo libro.
E quando ho trovato questo libro con grande sorpresa e grande gioia, l'ho preso subito senza rendermene conto del contenuto.

Le parole nascondono in sé un potere diverso e superiore rispetto a quello di comunicare, trasmettere messaggi, raccontare storie, ma spesso le nostre parole hanno perso significato perché le abbiamo consumate con usi impropri, eccessivi o anche solo inconsapevoli.
Sono d'accordo.
L'idea quindi di restituire verginità, senso, dignità e vita alle parole mi ha affascinato molto.

Purtroppo, questo libro è stato un po' diverso da quanto immaginavo.
E' un po' troppo politico e ideologico.

Volevo semplicemente vedere come smontare le parole normali che utilizziamo quotidianamente, controllare cosa non funziona e di nuovo montarle per ridarle la vita.

Ma comunque, il potere che le parole possiedono in sé in modo sia positivo che negativo è grande per cui dobbiamo essere attenti nel sceglierle...
I dolci giapponesi tradizionali che raffigurano la primavera (fatti di marmellata di fagioli bianchi coloriti)...
Prima li assaporiamo con gli occhi e poi li assaggiamo...
Come al solito, un attimo di beatitudine con i dolci dopo la lettura...

8 commenti:

luby ha detto...

Adoro la marmellata di fagioli!
E poi le presentazioni di questi piccoli bocconcini sono sempre gradevoli e delicate!

Nyu ha detto...

Belli i dolci! xD
Mi piacciono tanto!

Ariano Geta ha detto...

Molto belli anche da vedere quei dolci tipici :-)

Murasaki ha detto...

interessante l'idea del libro e i dolcetti: oishisou!

Barbara ha detto...

leggi davvero molto, sei brava...io non riesco, mi lascio troppo spesso andare alla pigrizia e finisco per non leggere come vorrei....dovrei prendere esempio da te :)

Tartarugola ha detto...

Per far quello che desideri con le parole ciò che ti serve è un dizionario etimologico dove ti viene indicata l'origine delle parole.
Però è estremamente noioso e faticoso farlo da soli!

Io ho avuto fortuna perché mio padre mi ha sempre insegnato come nascono le parole.

Per quel che vale, se ci sono parole che ti incuriosiscono fammelo sapere e ti dirò come nascono (se lo saprò fare)

Pupottina ha detto...

non l'ho letto ma piace molto anche a me il personaggio dell'avvocato Guido Guerrieri.
ottimi anche quei dolcetti che proponi per accompagnare la lettura. sono libri impegnativi e addolcirli così rende le riflessioni sul libro più gradevoli

Titti ha detto...

@ ludy,
ma ti piace la marmellata di fagioli!
Anche a me piace molto...

@ Nyu,
sono anche buonissimi!

@ Ariano Geta,
hai ragione, sempre mi dispiace mangiarli...

@ Murasaki,
in realta sono buonissimi!

@ Barbara,
la lettura è la mia passione come la cucina per te...

@ tartarugola,
grazie, infatti è molto interessante sapere come nascono le parole... anche se ne conosco poche... un giorno vorrei approfondirmi in questo campo...

@ Pupottina,
infatti ho conosciuto Guido da te...