2 ago 2011

MORTE DI MEZZA ESTATE

E' una raccolta di 11 breve novelle... la selezione e' eccellente, tutte sono molto interressanti e innanzitutto bellissime.
Lo stile di Misima e' bello davvero... sopratutto leggo incantata le descrizioni dei paesaggi e delle cose... ma sono acute e profonde le descrizioni dei sentimenti delle persone.
Mi piace molto "L'amore del sacerdote del Tempio di Shiga"...

Mi sono ricordata di quando perdevo la testa per leggere i capolavori di Novecento... Ero al secondo anno di liceo e leggevo e leggevo come se fossi ossessionata da qualcosa... leggevo anche alla scuola nascondendo i libri sotto il banco e ignorando le lezioni. Ho letto quasi tutti quelli che capitavano tra le mani... preferivo pero' Mishima, Tanisaki e Dazai (e poi ho scelto la lettratura giapponese all'Universita')...

Quanti anni sono stati passati da allora...? Tra queste novelle ci sono quelle che ricordo molto bene e quelle quasi dimenticate... ma mi e' tornata la passione pura e vivace di quell'epoca... e mi viene voglia di piangere...
Le gelatine al te' verde erano squisite... ma mi stufo di essere cosi' golosa di dolci...

10 commenti:

Scarlett ha detto...

Titti anche io amo molto la letteratura, infatti ho scelto questo corso di laurea ma di letteratura Italiana!
Il NOvecento italiano non mi fa impazzire, preferisco leggere come sempre i grandi Classici del 300-600...ma mi piacerebbe tantissimo leggere i Classici giapponesi!
Potresti dirmi tu i nomi dei grandi autori giapponesi, cosicchè io possa leggerli qui!

Lady Boheme ha detto...

Grazie per questo interessantissimo post!!! Un abbraccio

Adriana ha detto...

Ammetto che il titolo del libro non mi attira più di tanto. Le gelatine al tè verde invece sì!!!

AnnMeri ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di leggerlo ^^

Pupottina ha detto...

dei dolci non ci sistanca mai come dei libri... siamo uguali in queste nostre passioni ... anche io leggevo a scuola di nascosto sotto il banco... chissà perché le cose che ci fanno studiare siano così poco interessanti da portarci a leggere quello che piace a noi ;-)
anche io alla fine, porprio per questa mia passione, all'università ho studiato letteratura... poi, a causa della difficoltà a trovare lavoro, mi sono dovuta accontentare di lavorare facendo conti o archiviando. l'amore per la lettura va di pari passo con la serenità ... se non sono serena, non riesco a concentrarmi su quello che leggo.... anche kevin si preoccupa se non mi vede leggere.... ne abbiamo bisogno. i libri fanno parte della nostra personalità, anche se spesso si rifugia fra le pagine di un libro vivendo avventure altrui e visitando con l'immaginazione luoghi che ci piacerebbe visitare

l'onorevole carpa ha detto...

Come ti capisco, anche io passerei intere giornate a leggere....
Mishima poi è davvero bravissimo.
Se poi accompagnamo alla lettura dei meravigliosi dolcetti, direi che non si potrebbe chiedere di meglio ;D

Simo ha detto...

Per puro caso,essendo il tuo il blog successivo al mio,sono venuta a fare la tua conoscenza. Adesso ti seguirò sempre, mettendoti fra i miei preferiti. Ciao a presto Simonetta

Titti ha detto...

@ Scarlett,
invecve non conosco molto il 300-600...
I miei autori preferiti sono Mishima Yukio, Dazai Osamu e Tanizaki Jyunichiro... Misima Yukio e' molto famoso anche in Italia, ma forse anche alcune opere di altri due sono pubblicate in italiano...

@ Lady Boheme,
un abbraccio anche a te...

@ Adriana,
questo titolo e' solo di uno dei racconti raccolti in questo libro...
Mi piace il gusto del te' verde...

@ Annmeri,
questa selezione e' eccelente...

@ Pupottina,
hai ragione, "l'amore per la lettura va di pari passo con la serenità" ...

@ l'onorevole carpa,
ricordo bene che hai partecipato ad una conferenza su Misima qualche mese fa...

@ Simo,
grazie, dopo ti visitero' con calma...

Mimì ha detto...

Mi incuriosice il tuo modo di raccontarti e raccontare...
Quando avrò modo e tempo ripasseerò con la dovuta calma :)

Titti ha detto...

@Mimi,
grazie... ti visitero' con calma...