1 mar 2011

ASSAGGIARE CON GLI OCCHI

E' tornato il freddo, come previsto...
Ma dopo questo alternarsi del freddo e del caldo, piano piano ci avviciniamo alla primavera...
Proprio una parola "Sankan Shion" (tre freddi e quattro caldi) descrive questo clima...

Le stagioni passano... e siamo arrivati a Marzo.
Ma dalla nostra vita odierna le stagioni si fanno sentire sempre meno... per esempio le verdure, le frutte e i fiori di tutte le stagioni coltivati in serra sono in vendita per tutt l'anno...
Una volta sentivamo i cambiamenti delle stagioni piu' nettamente attraverso i cibi o le piante e ne godevamo di piu'...

Per fortuna i dolci tipici giapponesi (Wagashi) sono ancora legati molto alle stagioni e mutano puntualmente col passare delle stagioni... Ogni volta che apro la scatola, sono eccitata... anche se i dolci, li ho scelti io in negozio... Stavolta ho scelto "fiore di pruno", "i germogli di felce",
e una coppia di Hichigiri, i dolci tipici della festa delle bambole (Hinamatsuri, il 3 marzo)...
I Wagashi rappresentano le stagioni e le ricorrenze, ma spesso molto simbolicamente...

I Wagashi sono fatti da zucchero, riso e marmellata di soia ecc, e stanno bene al te' verde amaro... Stavolta li ho combinato con il te' verde normale, invece di quello preparato dal te' verde in polvere... ma prima li assaggiamo con gli occhi, poi li tocchiamo...

15 commenti:

l'onorevole carpa ha detto...

Mi dispiacerebbe mangiarli, sono troppo cariniiiiiiiiiiiiiiiiii

AnnMeri ha detto...

In effetti è proprio un peccato mangiarli! ^^
Sono stupendi a guardarsi *0*

Patapata ha detto...

ciao!! che bel blog, l'ho appena scoperto perché è qeullo dopo il mio.. e che scoperta! adoro il giappone e la vostra cultura, sarà un onore leggere i post e ammirare le foto di questo meraviglioso paese dell'estremo oriente. a presto!
zy

UIFPW08 ha detto...

I miei complimenti Titti, i tuoi dolci sono davvero opere d'arte culinaria, di grande dolcezza. Brava
il mio saluto
Maurizio

Grazia ha detto...

Ciao Titti. Ho letto tutti i tuoi nuovi post ma lascio qui il commento perchè dalle tue parole , foto e dolci esce così tanta poesia!! Ma dove li hai comprati ? Sei in Giappone ora? In Italia si trovano? Quante domande! Volevo essere tra i tuoi followers ma....non hai l'opzione.

dapazzi ha detto...

Mi piace molto queste blog,molto interessante.Condividono anche il gusto per tutte le cose italiane.
Un piacere e io continuerò visitare il tuo blog.

Cristina ha detto...

Cara Titti, anche i tuoi dolcetti è un peccato mangiarli, sono soavi e delicati come la primavera :) Allora oggi è la festa delle bambole? Ce ne parli? Un abbraccio da Udine. Cris

the siren ha detto...

Molto belli e anche il tuo modo di descriverli è molto coinvolgente. Mi piacerebbe un giorno assaggiarli. Anch'io vorrei sapere qualcosa in più riguardo alla festa delle bambole, ce ne parli! Ciao!

indierocker ha detto...

ciao titti!
sto partendo per il carnevale di venezia...
a presto!

Chiocciola ha detto...

Belli...e penso anche buoni!!!!! :-)
E poi con quei colori, mettono allegria!

Lunaria ha detto...

...Che bontà! Sono delle piccole opere d'arte!

Clau nel garage ha detto...

bellissimi!

Titti ha detto...

@ l'onorevole carpa,
indati... ma sono anche buonissimi...

@ annmeri,
infatti, prima li assaggiamo con gli occhi e poi con la bocca... sono buonissimi!

@ patapata
grazie,
io adoro l'italia da morire...

@ uifpw08,
grazie, ma i dolci non sono miei ma di una pasticceria tradizionale... erano buonissimi anche!

@ grazia,
grazie per il commento,
sono sempre in giappone e questi li ho comprati in una pacticceria di kyoto... ma ho sentito che a roma c'e una pasticceria che fa quesi dolci...
scusami, non conosco bene l'opzione, dopo mi informero'...

@ dapazzi,
grazie, adoro l'italia da morire...

@ cristia,
purtroppo i dolci non sono miei ma di una pasticceria tradizionale di kyoto... ma erano buonissimi anche!
un bacione

@ the siren,
infatti erano buonissimi... sono i miei dolci prefeliti... ma devono essere mangiati in un giorno...

@ indie,
ti invidio! ti sarai divertito un sacco!

@ chioccopla,
si, erano buonissimi e mi hanno resa allegria!

@ lunaria,
i dolci tipici giapponesi hanno la stagione e li assaggiamo prima con gli occhi e poi con la bocca...

@ clau nel garage,
erano buonissimi anche...

Pupottina ha detto...

sono così belli da vedere questi dolcetti che è quasi un peccato mangiarli ^________^
mi rendo conto che in Italia le tradizioni sono molto meno, nonostante ogni regione abbia le sue, poche sono note a livello nazionale.
questi dolcetti sono però veramente belli e sono cibo per la vista e non solo per lo stomaco ...

Titti ha detto...

@ pupottina,
invece tutti sono gia' nel mio stomaco...