20 set 2008

BAGHERIA

Mi e' piaciuto questo romanzo autobiografico molto... solo qualche mese fa ho conosciuto Dacia Maraini da mia amica e me ne sono incuriosita subito. E finalmente mi e' capitata l'occasione di leggerlo.
Quando era bambina, durante la seconda guerra mondiale ha vissuto in Giappone con i suoi genitori. La sua esperienza in Giapone di allora, tra la fame, i bombardamenti e il campo di concentramento e' molto interessante.
Sopratutto e' divertente la descrizione del "daikon"(rapa bianca).
Non le era piaciuto per niente, ma poiche' fosse la sola fonte vagetale che arrivasse sul loro tavolo, doveva mangiarlo... Ha ricoldato come sedeva inerte, sconsolata e in preda all'odio, di front a una scodellina di daikon bolliti, mentre le lacrime sgorgavano da sole... e lo vedeva magligno, bianco, dispettoso... il daikon scatnava nel suo stomaco vuoto delle vere tempeste dolorose... percio' rimandava il momento di metterlo in bocca, pero' il daikon se ne stava li', chiotto, chiotto, nel piatto...
Che poverina... E ho ricordato che anche a mia amica italiana che mangia tutto qui, non e' piaciuto solo il daikon...
E anche la bellezza della Sicilia descritta nel libro e' incantevole... ma non solo, la prosperita' e la devastazione, il passato e il presente, la luce e l'ombra di questa isola sono descritti francamente...

SUPPLEMENTO (La marmellata di fagiolini rossi che si chiama "an")
Ecco i fagiolini rossi cotti con lo zucchero. Quelli passati sono usati per i dolci giapponesi.
Ecco il "dorayaki" di doraemon. In realta questo dolce si chiama "mikasa". Dentro c'e an.

7 commenti:

indierocker ha detto...

...voglio assaggiare il daikon!!!
ciao titti!

Emi ha detto...

@titti: non ho mai letto niente della Maraini...magari la prossima volta in biblioteca me ne prendo uno di libro suo.

@indie: ma non ti sei abbuffato di tatranky...e adesso vuoi il daikon senza nemmeno aver regalato a me e soprattutto alla titti il tatranky...torna a Praga subito a prenderli...!!!

Nana ha detto...

ahhhhhh il dorayaki di doraemon!!!
lo voglio anche ioooooooooooooooooo!!!!

Buona domenica titti!!!

Pupottina ha detto...

che dolci delizosi!
e scoprire che ti piace Dacia Maraini ti rende proprio italiana.... nell'anima ...

Salvatore Cosentino ha detto...

Si, è un libro molto interessante.
Da Siciliano mi rende sempre orgoglioso sentire di persone che si emozionano anche solo leggendo di questa splendida isola.
Se non ci sei mai stata, ti auguro di visitare un giorno la Sicilia.

Titti ha detto...

ciao indierocker,
spero che ti piaccia...
ciao e buona giornata

ciao emi!
questo libro e' stato bellissimo per me, spero che ti piaccia...

ciao nana,
lo assaggiamo insieme quando vieni qui!
ciao e buona giornata...

ciao pupottina,
voglio diventarla proprio!
ciao e buona giornata...

ciao salvatore,
ci sono stata due volte, otto anni fa e questo gennaio... adoro la sicilia molto...
ciao e buona giornata

Valentina ha detto...

I mikasa sono buonissimi! Ne ho mangiati alcuni a forma di foglia avvolti in della carta molto elegante! Adoro i dolci confezionati in belle scatole e in bella carta...perchè diventano più importanti così no?
Valentina