19 set 2008

FOBIA PER I RIFIUTI

Ho paura dei rifiuti. Per buttarli via, si deve differenziarli dettagliatamente in base all'origine. Sinceramente, facevo del mio meglio, pero' lo so, non era perfetto. E' impossibile...

Attualmente li classifico in otto categorie, organici, inorganici, carte (i giornali e le riviste) e vecchi abiti, ingombranti (come i mobili, a pagamento), pericolosi (lacca o spray), i vetri, le bottiglie di plastiche ed i prodotti con marchio di plastica (per esempio, i pacchi degli alimentali).
E dobbiamo metterli nelle buste trasparenti indicate dal comune con marchio del comune (dobbiamo comprarlo), e la mattina o la sera del giorno precedente portarle alla sala per immondizie del appartamento.

Ad ogni quariere c'e il calendario settimanale del servizio di raccolta dei rifiuti. Per esempio il lunedi' e il giovedi' sono di organici, il primo e terzo melcoredi' e' di carte e vecchi abiti ecc... E il portinaio apre la chiave della sala quando arriva l'autoimmondizie. Ma se c'e qualcosa di diverso chiaramente, (la busta e' trasparente e si vede dentro) gli spazzini non le portano via... per questo lui deve aprire le buste e tirare fuori gli oggetti estranei affinche' gli spazzini le portino via... questo lavoro e' molto duro e ci vogliono tante ore... Mi dispiace molto...

Ma in realta' e' molto difficile praticare la classificazione dei rifiuti nella vita quotidiana. Se potessi occuparmi solo della classificazione tutto il giorno, potrei farlo perfettamente, classificherei uno ad uno e laverei tutti i barattoli, tutte le scatole, tutti i pacchi della salsa, delle carne e pesce o del balsamo per i capelli, della latte idratante come lavo i piatti e le pentole e li asciugherei completamente e poi metterli nella ognuna busta... ma in realta e' impossibile. Cucinando in gran fretta, o facendo la doccia prima di partire, sciacquarli semplicemente ed metterli nelle ognuno buste e' il massimo che possa fare...

L'ultimamente ho paura di comprare qualcosa come gli oggetti per la casa. Prima se mi piaceva qualcosa, lo prendevo subito. Invece adesso se mi e' piaciuto qualcosa al negozio, subito il mio pensiero vola via ai "rifiuti", pensando "di che materiale e' questo?", "quando lo butto via posso metterlo nella busta dei rifiuti (se e' di ingombranti, devo pagare al comune)?". Non sto esagerando...

Per l'ambiente la raccolta differenziata dei rifiuti e' importante senza'ltro, pero' la regola troppo severa e' inpraticabile... non c'e qualche modo piu' praticabile e comodo per noi?
Per esempio, le bottiglie di plastica, si deve staccare le etichette e i coperchi e schiacciarli...

5 commenti:

Salvatore Cosentino ha detto...

Ciao Titti...

Penso sia tutto molto noioso e difficile ma è comunque importante farlo.
Pensa solo a quello che è successo a Napoli. Se l' Italia facesse la metà di quello che fa il Giappone in merito al riciclaggio, si risparmierebbero un bel pò di soldi, di energia e di natura.

A.f.J. ha detto...

Mmm non esagero se dico che è la cosa più difficile che mi sia mai capitato di vedere in Giappone!
In Hokkaido (a Sapporo) la differenziata è solo per tre categorie eppure per abituarmi sono diventato pazzo ^^
Scherzi a parte, c'è voluto molto per capire cosa fosse "moeru gomi" e cosa no.
Credo di aver sbagliato almeno mille volte.
Eppure è così fondamentale per il futuro, non se ne può fare a meno!

Matteo L. ha detto...

Ciao ti ho scoperto solo ora e vorrei chiederti due favori per cortesia: 1) visto che parli di rifiuti potrebbe interessarti da me la battaglia "Terra dei Fuochi" da diffondere. 2) ho avuto grossi problemi con i link oggi ma ora sembra risolto. Ti va di scambiarci i link così posso confermare il fatto che il problema è stato risolto? Grazie

Emi ha detto...

mi ha fatto molto sorridere il tuo post...penso alla stessa cosa se fosse legge qui in Italia...impossibile...chissà che succederebbe...
io faccio la raccolta differenziata, ma qui esiste solo: rifiuti generici, plastica, carta, lattine, vetro e rifiuti organici.
e già vedi che qualcuno butta la carta nella plastica o viceversa...chissà se lo fa apposta oppure non sa cosa è carta e cosa è plastica...me lo chiedo ogni volta...
comunque le vostre regole sono rigidissime...anche togliere la carta dalle bottiglie di plastica...chiedilo qui da noi e ti ridono in faccia penso...anche se io lo farei per il nostro ambiente... buon weekend cara

Titti ha detto...

ciao salvatore,
spero che le nostre fatiche daranno frutti... a napoli e' tutto risoluto dopo l'intervento degli eserciti?

ciao andrea,
ancora adesso, spesso anche a me capita di non capire che sia "moeru gomi" o no...

ciao matteo,
dopo passero' da te...

ciao cara emi,
sono contenta che tu abbia capito quello che volevo dire...
ad ogni modo dobbiamo affrontare questo problema per il futuro e
faccioamo del nostro meglio per la raccolta differenziata...
ciao e buon fine settimana