5 feb 2018

SETSUBUN 2018

Il 3 Febbraio era il giorno di Setsubun che procede l'inizio della primavera. Negli alcuni templi sono state celebrate varie cerimonie e sono stati organizzati gli eventi come il "mame maki" che è il lancio dei fagioli per scacciare via i demoni.

Quest'anno siamo andate a vedere le maiko (a Kyoto non si chiamano le geishe, ma le maiko e le geiko) nel tempio scintoista Yasaka a Kyoto.
Dopo un rito del sacerdote per la purificazione, si inizia la danza tradizionale delle maiko.
La maiko è un'intrattenitrice apprendista che significa proprio "danzatrice" e infatti solo danza ai banchetti, invece la geiko significa "donna d'arte" che anche canta e suona gli strumenti musicali. Quindi le maiko sono più giovani e diventano dopo 3 o 4 anni dell'esperienza, intorno all'età di 20 anni diventano geiko.
Le maiko sono veramente splendide e graziose.
A Kyoto attualmente si sono 5 quartieri dove ci sono 300 maiko e geiko. Ma raramente ci capita di assistere ai banchetti di maiko e geiko, l'evento come questo è un'occasione unica per vedere le danze di maiko.
Era un giorno gelido, ma siamo state totalmente rapite dalle loro sorrise dolci e dai loro comportamenti graziosi..
Le maiko senza trucco bianco né il kimono formale che sono venute a vedere le loro colleghe sono davvero fresche e tenere.
Poi la sera siamo arrivate al tempio scintoista Yoshida per assistere ad una festa tradizionale "Tsuinashiki".
Dopo i bambini con le torce,
sono arrivati un'orco rosso,
quelli blu e giallo,
e poi l'Hososhi incaricato di cacciare via gli orchi. Questa bambina è scoppiata a piangere, che poverina, ma avrà una buona fortuna.
Ci siamo state troppo congelate, abbiamo preso "yakuyoke zenzai" che è una zuppa zuccherata di fagioli rossi che caccia via i mali.

Dopo il Setsubun, secondo il nostro calendario, il 4 febbraio è l'inizio della primavera anche se non se ne vede neanche l'ombra. Qui ancora un freddo anomalo si trattiene senza andarsene.
Speriamo che arrivi veramente...

Altri eventi di setsubun che ho partecipato in passato→
http://imonologhi.blogspot.jp/2017/02/festa-antica-del-setsubun.html
http://imonologhi.blogspot.jp/2012/02/anche-in-giappone-mai-cosi-freddo-da.html
http://imonologhi.blogspot.jp/2011/02/cacciare-via-gli-orchi.html

11 commenti:

Ariano Geta ha detto...

Il setsubun l'avevo visto su NHK World, è una tradizione molto suggestiva. Nel Trentino si svolge una festa simile, quella del Krampus, con una sfilata di uomini mascherati da orchi.
Speriamo che arrivi presto la primavera!

SimonaEmme ha detto...

Che bellezza, adoro queste cose e mi fai sempre venire voglia di partire... chissà.

SimonaEmme ha detto...

Prima che mi dimentichi ti ho dato un piccolo premio: http://appuntiealtrestorie.blogspot.it/2018/02/curiosita-links-e-altre-storie-le-cose.html

Buona settimana

edvige ha detto...

Ogni volta che vengo da te e leggo di cerimonie ricorrenze usi costumi ecc. è un tuffo per me in u mondo bellissimo. A parte i piccoli paesi di mare o montagna, alcune città grandi italiane che ricordano ricorrenze poco locali ma legate ugualmente per ricordo o imposte dalla chiesa o stato non si vedono più. In cittdine di regioni italiane vedere una cerimonia, un corteo per il santo o altro di ricorrenza il turista lo vede come un caso di folklore non come un atto devoto o dovuto dalla cittadina ospitante. E' bellissimo tutto quello che rappresenta il passato anche se vivete in un futuro molto più avanti di tanti altri ma, non dimenticate mai il passato. Buona settimana cara un abbraccio.

Mirtillo14 ha detto...

Non conosco queste cerimonie e queste tradizioni particolari. Mi piacerebbe assistere a queste danze, deve essere veramente bello. Quindi la primavera, da voi è quasi arrivata... Un caro saluto

Shweta Shah ha detto...

I like to know about different cultural and rituals . This seems so good.
https://clickbystyle.blogspot.in/

karyn.pl ha detto...

Nice i really like this post :*

Buziaki:*
WWW.KARYN.PL

Nyu Egawa ha detto...

È un rituale meraviglioso! Mi piace tantissimo questa atmosfera così tradizionale.

AnnMeri ha detto...

Che gioia per gli occhi! Bellissime tradizioni!
Anche da me il freddo è ancora presente...

Eskimo ha detto...

Presumo che tu sia giapponese di nascita, almeno così intuisco leggendo qualche nota del tuo profilo. Del Giappone so più o menoo quello che si diceva nel romanzo Shogun, che ho letto almeno tre volte nonostante la mole. In realtà so anche qualcosa di più, ma non tanto. Un saluto al Sol Levante.

Carlo ha detto...

Ciao Titti, Belle immagini e interessante descrizione. Saluti toscani