6 dic 2017

PASSEGGIATA TRA I COLORI CALDI

Faceva bel tempo e non mi restava che andare a passeggiare.
Era un pomeriggio luminoso e piacevole.
Ho continuato a camminare senza meta ma dovunque questi colori caldi mi hanno incantata.
Vorrei che questi colori rimanessero intatti per un po', ma di giorno in giorno cambiano e forse adesso le foglie saranno tutte cadute... in questo mondo niente è immortale.
Il parco commemorativo dell'Expo del 1970 è immenso, ha una superficie di 264 ettari. Circa 50 anni fa qui si svolse quest'evento per 183 giorni.
I paesi espositori furono 77 e i visitatori furono 64,218,770 di cui 1.7 milioni furono stranieri. Al padiglione degli Stati Uniti fu esposto anche "la roccia lunare" che l'Apollo 12 aveva riportato.
Era un'evento simbolico del Giappone risollevato dalla situazione disastrosa della seconda dopoguerra e divenuto il secondo potenza economica del mondo.
Cerco di immaginare l'affollamento e l'animazione di questo posto con tanti padiglioni... ma non ci riesco. L'epoca in cui non sono ancora nata, la città di Osaka era piena di energia e si poteva credere che tutto sarebbe continuato a progredire.
Il tema dell'Expo70' fu "Progresso è Armonia per l'Umanità".
I tanti apparecchi che furono esposti in quest'occasione come il telefono senza fili, il marciapiede mobile, il bidet elettronico, la videochiamata, il LAN (local area network), l'orologio radiocontrollato e la macchina elettrica sono stati commercializzati e si sono diffusi nel mondo, e alcuni sono addirittura caduti in disuso.
Forse il futuro che la gente aveva sognato in quell'epoca è stato realizzato o l'abbiamo già scavalcato... ma siamo davvero progrediti oppure anzi siamo regrediti?
E come sarà il nostro futuro? Ci subentrano i robot o l'AI (l'intelligenza artificiale)?
E dopo quasi mezzo secolo, la città di Osaka si è candidata per ospitare di nuovo l'Expo del 2025. Ma come facciamo se i turisti aumentano di più? Io ci sono contraria a questo tipo di politica...
In un pomeriggio d'autunno inoltrato ho camminato e camminato con i pensieri insignificanti e incoerenti.
Faceva bel tempo, ma faceva freddo. Mi sentivo le orecchie congelate.  

11 commenti:

Beatris ha detto...

Bellissimi colori catturati nei tuoi click!
Una abbraccio da Beatris

Ariano Geta ha detto...

Bellissimo parco con stupendi colori autunnali!
Perché ti spaventa che vengano tanti turisti? In fondo sono una ricchezza per l'economia anche loro, gli alberghi e i negozi lavorano di più coi turisti..

Simona [Ciccola] ha detto...

Che bei colori!

Mirtillo14 ha detto...

Bellissimi i colori autunnali del vostro parco.
Io credo che i turisti portino un pò di scompiglio ma anche tanto lavoro.
Ricordo l'esperienza dell'EXPO di due anni fa, io abitavo abbastanza vicino, ci sono andata tre volte, ogni volta c'era un'infinità di gente ma è stato bellissimo !!! Un saluto

Luigi ha detto...

sono una meraviglia cara Titti!!!
Un saluto

vanessa varini ha detto...

Ciao 👋 piacere di conoscerti.😊 Abiti ad Osaka, che bello 😍 uno dei miei sogni è visitare il Giappone, amo l'Oriente! Bellissime foto!😊 Mi iscrivo come tua lettrice fissa su Blogger. A presto!👋
gattaracinefila 😽

simona emme ha detto...

Che meraviglia! Vorrei essere là! Il turismo ha i suoi lati positivi, anche se capisco le perplessità.

AnnMeri ha detto...

Che colori stupendi! Mi piacerebbe perdermi in un parco così ;)

White Blossom✿ ha detto...

Titti, che foto meravigliose hai fatto!! Grazie di averle condivise. Passeggiare in un bel posto così, e con la sua storia, porta a riflettere. Se da una parte un evento come l'Expo porta lavoro e turisti, è anche vero che dove ci sono grandi opere, ci sono anche grandi interessi di pochi e speculazioni. In Italia è così, ma spero che in Giappone non succeda. È anche comprensibile la tua perplessità: grandi quantità di persone provenienti da tutto il mondo saranno forse difficili da gestire...
Però c'è ancora tempo per godersi la bellezza di questo parco...

White Blossom✿ ha detto...

Sono andata a vedere gli ultimi post che non avevo letto, le immagini dei giardini di Kyoto sono stupende!! Grazie!!

Titti ha detto...

@ Beatris,
grazie!

@ Ariano Geta,
perché i turisti (sopratutto cinesi e coreani) schiamazzano e sporcano la città (mangiando a piedi e buttando cartacce e buste per strada, sporcano anche i bagni pubblici), penso che portano più disturbi che lucri alla città. Noi cittadini siamo davvero imbarazzati dai loro comportamenti bizzarri...

@ Simona,
ti piacciono?

@ Mirtillo 14,
da noi arrivano tanti turisti cinesi e coreani e siamo davvero disturbati e imbarazzati dai loro comportamenti bizzarri... penso che qui i turisti portano più disturbi che lucri...

@ Luigi,
grazie!

@ vanessa garini,
grazie!

@ simona emme,
infatti, ma penso che i lati negativi siano più grandi che quelli positivi...

@ AmmMeri,
spero che ti piaccia...

@ White Blossom,
sono contenta che ti sono piaciuti i giardini, poi ne visiterai tantissimi a Tokyo...