24 set 2015

FESTA DI DANJIRI

A Kishiwada, in provincia di Osaka c'è una festa di danjiri che risale a circa 300 anni fa e che venne istituita per propiziare il raccolto. Si tratta della sfilata dei carri in legno che si chiamano i danjiri. E' famosa per la sua impetuosità, la sua veemenza e il suo fervore.
I carri vengono tirati da circa 500 persone con le due funi di circa 100 metri nella parte anteriore. All'inizio camminano e procedono con calma, ma all'improvviso accelerano l'andatura e iniziano a correre...
Era veramente coinvolgente e quasi terrificante incontrare i carri che corrono a tutta velocità in una via stretta come questa.
I carri spesso sbandano e si inclinano...
E se ne va in un attimo...
Anche le bambine ci partecipano, ma non possono farlo le ragazze e le donne perché si crede che nel Keyaki (Olmo del Caucaso o Zelcova serrata) con cui vengono fatti i carri dimora la dea.
Questa è una via molto antica e ci sono le case vecchie...
Sul tavellone d'affisso di ogni quartiere ci sono nomi di chi ha fatto la donazione... grazie a questi contributi si può tenere la festa..
In ogni quartiere (in totale 22 a Kishiwada) possiede un carro e la sua rimessa.
Un bambino che tira il carro in miniatura. Anche i bambini sono così orgogliosi di questa festa.
I carri dal peso di 4 tonnellate corrono a folle velocità e girano agli angoli senza mai rallentare. Così, agli angoli i pali e le pareti dei palazzi sono protetti dai cuscini.
Ogni anno tanti turisti (in media 500 mila) vengono a vedere questa festa spettacolare.
Il tetto della galleria di fronte alla stazione è così alto per far passare questi carri di alto circa 4 metri.
Tutte le quattro parti dei carri sono finemente lavorate, è molto interessante vederli da vicino.
In genere i temi delle sculture che disegnano i carri sono le note scene delle battaglie storiche o quelle della mitologia giapponese. Si dice che questi carri sono quasi i musei mobili e infatti sono rimasta meravigliata dalla sua finezza...
Una volta, se capitava di trovare un carro di un altro quartiere per le vie strette, gli uomini venivano alle mani per scacciare il carro nemico. Ma adesso per evitare queste evenienze, il corso delle sfilate è fissato.
Sul tetto dei carri gli uomini si esibiscono in acrobazie rischiando la propria vita.
Dentro i carri gli uomini suonano i flauti, i tamburi e le campanelle.
Ho trovato un dolce a forma di danjiri. Dentro c'è la marmellata di fagioli rossi.
E il dolce tipico di questa zona è questo. Si chiama murasame che è fatto di marmellata di fagioli rossi anche questo.

16 commenti:

L'omino con la chitarra ha detto...

Il Giappone è spettacolare.
Però visitandolo da semplice turista ho avuto l'impressione che per uno straniero la vita non sia semplice... confermi?

edvige ha detto...

Quello che ammiro del tuo Giappone sono le ricorrenze che vengono festeggiate sempre e tramandate da generazione in generazione una cosa che io credo l'Italia non abbia mai avuto e non lo ha nemmeno ora. Forse qualche paese di poche anime viene ricordato qualcosa del passato ma sono quasi sempre ricorrenze religiose.
L'unica cosa ancora che in Toscana viene ricordato è la transumanza.
Se ti interessa domenica questa trovi un post ed un video.
Un abbarccio e buona festa di Danjiri.

Mirtillo14 ha detto...

Trovo che sia una usanza molto interessante e coinvolgente, sicuramente anche un pò folle !! Questi carri molto pesanti e altri, trainati a tutta velocità per le strade strette !!
Sicuramente una festa che meriterebbe di essere vista !!
Un saluto

Ely Volpe Artica ha detto...

sembra interessante e divertente questa festa, anche se il fatto che corrano con i carri che rischiano di capovolgersi un pò mi preoccupa ^^'''....però i carri sono proprio belli :)! Ah, scusami la mia assenza sul blog, poi, ma ho avuto gravi disagi con internet...

Ariano Geta ha detto...

Molto molto bello, le foto documentano benissimo il matsuri. In effetti le decorazioni sono meravigliose, ogni carro è un'opera d'arte. Come stile mi ricorda un po' il Sanja matsuri di Tokyo.

Nyu Egawa ha detto...

Il carro è bellissimo!
La dea vuole essere portata solo dagli uomini? :p
Io immagino che questi uomini devono essere davvero forti e volenterosi per fare così tanta fatica!

AnnMeri ha detto...

Carro spettacolare!
Certo che devono allenarsi parecchio questi uomini!!! ^^
Molto bello anche il dolce..un peccato mangiarlo ^^

Arwen Elfa ha detto...

Cara Titti come al solito i tuoi post sono interessanti, divulgativi e pieni di belle fotografie.
Questa antica festa di danjiri di cui parli per propiziare il raccolto, sembra davvero una festa particolare e molto insolita. Sicuramentte da vedere.

Bellissime le parti lavorate dei carri ..... sono parti in legno verp ? - sembrano intarsiate a vedere le fotografie .....
Una lavorazione bellissima e molto fine .......

Un saluto e buon fine settimana in arrivo

Monica ha detto...

E' bello vedere come voi giapponesi teniate alle vostre tradizioni. In Italia si sta perdendo molto, l'attaccamento alle origini, alle radici, è quasi nullo...al limite si allestisce qualcosa di pacchiano e mal fatto per i turisti! Ed invece è così importante ricordarci chi siamo...

L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

Costantino ha detto...

Una bella tradizione.
Qui da noi, a Borgomanero (Novara, Piemonte) si svolge a settembre la sfilata dei carri allegorici della festa dell'uva. I vigneti e la vendemmia dell'uva sono diventate una rarità, ma la festa è rimasta.

White Blossom✿ ha detto...

Un vero spettacolo deve essere vedere sfrecciare i carri trainati a tutta velocità ma anche osservare il minuzioso lavoro di intarsi nel legno! È poetico il fatto che gli uomini sul carro si esibiscano in rischiose acrobazie pur di rispettare le tradizioni! E infine... dolce gustare il murasami!
A presto

Titti ha detto...

@ L'omino con la chitarra,
ma io sto bene qui, ma a cosa ti riferisci se dici "semplice"...?

@ edovige,
allora vado a vederlo...

@ Mirtillo 14,
infatti, è una festa famosa per la sua vigorosità.

@ Ely Volpe Artica,
sono contenta che i tuoi problemi del pc si siano risoluti...

@ Ariano Geta,
ma sempre conosci bene, io non ho visto mai quelli di Sanja matsuri...

@ Nyu,
forse la dea è gelosa...

@ AnnMeri,
infatti questi uomini vivono solamente per questa festa...

@ Arwen Elfa,
i carri sono fatti di legno intarsiato...

@ Monica,
anche qui, le tradizioni si stanno perdendo, ma mi sembra che sopratutto in questi anni c'è un forte desiderio di rivalutarli e mantenerli.. e alcuni sono stati ripresi...ma comunque tramandarli di generazione in generazione costa tanta passione e tanta pazienza della gente...

@ Costantino,
ma non l'ho mai sentita, ma sarà bellissima e divertente, vorrei andare a vederla un giorno.

@ White Blossom,
infatti, quando l'ho trovato correre verso di noi in un vicolo stretto, avevo paura...

Ariano Geta ha detto...

Considera che guardo molto i programmi di NHK International e lì parlano spesso dei matsuri e delle tradizioni giapponesi.

Titti ha detto...

@ Ariano Geta,
così conosci la nostra cultura più di me!

Ariano Geta ha detto...

No, non esageriamo :-D
Imparo alcune cose, niente di più.
Comunque, se vuoi giudicarne i contenuti, NHK World trasmette anche in streaming su questo link:

http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/en/live/

Ha persino un app per vederlo sul cellulare o tablet android, e funziona benissimo.
É un'ottima "finestra" aperta al mondo per chi vuole conoscere il Giappone, un canale televisivo molto ben fatto. L'unico limite è che trasmette solo in inglese, che d'altronde è la lingua più diffusa al mondo.

Titti ha detto...

@ Ariano Geta,
grazie per la segnalazione.
Non lo sapevo... pensavo che si trasmette solo all'estero.
Ora ci vado a curiosare, anche se non so l'inglese bene...