30 apr 2015

SAMURAI

E' stato molto interessante, leggendolo ho ripassato l'era dei samurai nella storia giapponese che da studentessa mi interessava poco (mi attraevano le epoche più antiche).

Come era la loro virtù, la loro fedeltà, il modo di assumere la responsabilità? Come vivevano i samurai tra intrighi, tradimenti, e brama di potere?
In questo libro viene spiegata la loro vita privata e pubblica, fin dalla nascita di questa categoria nel XII secolo alla sua scomparsa a causa della Restaurazione Meiji del 1868.

E la scelta degli episodi citati è bellissima. Sono più popolari e esprimono fedelmente la natura dei samurai.
I personaggi ed gli episodi citati sono;
Minamoto Yoshitsune (1159-1189), nonostante il suo eccezionale talento militare veniva inseguito da suo fratello Yoritomo che divenne il primo shogun e costruì il primo governo gestito dai samurai, e morì tragicamente.
Kusunoki Masashige (1294-1336) giurò fedeltà all'imperatore fino alla morte e lasciò al fratello le ultime parole di commiato un attimo prima della morte, "Quando rinascerò, per altre sette vite, le impiegherò tutte per combattere i nemici dell'Imperatore!"
(ma non Kusonoki come scrive l'autore di questo libro)
Uesugi Kenshin (1530-1578) inviò del sale al nemico rivale leggendario Takeda Shingen che era in difficoltà a causa dei rifornimenti tagliati durante le battaglie, invece di approfittarne. E disse, "Non combatto con il sale, bensì con la spada".

Un aneddoto illustra le caratteristiche dei tre capi di samurai: Si ipotizza che debbano affrontare un uccello in gabbia che si rifiuti di cantare. Ciascuno dei tre lo gestisce a modo suo, in base al proprio stile di vita.
Oda Nobunaga (1534-1582) dice: "Lo ucciderò, se non canta", Toyotomi Hideyoshi (1537-1598): "Lo farò cantare", e Tokugawa Ieyasu (1543-1616): "Aspetterò finché non canterà" (in questo libro le parole sono destinate inversamente agli autori, mi dispiace).
Amakusa Shiro (1621-1638) si ribellò contro lo shogun per la fede cristiana a Shimabara.
I 47 samurai che vendicarono il padrone (1703) e furono condannati a seppuku. Il loro padrone Asano aveva assalito il maestro di protocollo che l’aveva trattato male e l'aveva ferito con la spada ma non aveva potuto ucciderlo. E fu condannato al seppuku. E i suoi 47 uomini lo uccisero entrando alla sua residenza. La loro impresa è molto apprezzata dai giapponesi e ci commuove.

Saigo Takamori (1828-1877) combatté come il capo dei samurai che volevano difendere i loro privilegi al tempo del declino dei samurai, ma alla fine morì facendo il seppuku. Era il vero ultimo samurai.

La Via del samurai consiste nella morte. Accettare la morte: questa è la virtù principale. Solo in questo si percepisce la differenza tra il samurai e le altre categorie. Il senso comune sceglierebbe la vita, invece il samurai sceglie la morte onorevole.
D'altra parte la Via del samurai consiste nel migliorare sé stessi, e questo obiettivo si può raggiungere anche in tempo di pace. Il samurai è l'uomo perfetto e autorizzato. Yagyu Munenori (1571-1646) disse, un maestro di spada: "Non so come sconfiggere gli altri, ma so come sconfiggere me stesso".

E alcuni consigli, penso che valgano per anche noi.

Prendere le cose alla leggera, non proseguire il successo con accanimento, non cedere ai pregiudizi, essere risoluti e moderati, aspettarsi il peggio, avere fiducia in sé, non disperdere energie in attività molteplici, non sentirsi inferiori agli altri, non coltivare pensieri negativi neanche nel sonno, lavorare sodo e con entusiasmo, accogliere le critiche come doni preziosi, non essere ambiziosi bensì umili, tentare di eliminare i difetti e rafforzare la volontà.

Ma che ardua la via del samurai...
Per quanto mi riguarda, nemmeno uno non riesco a realizzarne, ma piano piano…

In questi giorni fa caldo come se sia arrivata già l'estate.
Ma il verde fresca delle foglie nuove brillano sui raggi del sole ed è davvero piacevole...

14 commenti:

Nyu Egawa ha detto...

Le storie di samurai sono affascinanti ma io non potrei mai vivere come loro.. penso che il mio onore non è così grande da cedere la mia vita! ^^

Ely Volpe Artica ha detto...

Io non saprei mai maneggiare una spada quindi mi limito a leggere di chi lo sa fare , ahah ^^!! Interessante questo libro sui samurai :)!

Beatris ha detto...

Un libro molto interessante sull'era dei samurai!
Ritengo molto utili e validi per tutti i consigli da mettere in pratica nel corso della vita!
Consigli per una vera vita sana!
Un abbraccio e buona giornata da Beatris
Grazie per la visita al mio blog

edvige ha detto...

Il samurai, diciamo un personaggio della storia a noi lontano noi lo vediamo solo come uno che fa "karakiri" scusa forse ho sbagliato il scriverlo.
Della storia di questi "uomini d'onore" si sa poco nell'occidente e non solo ma anche perchè al di fuori dei confine che ci siamo prefissati (anche quelli famigliari) non ci permette uscirne. Io so qualcosa ma sono una mosca forse tra altre mosche bianche perchè sono stata sempre curiosa e lo spaziare nel mondo è da sempre stata una mia necessità e quindi una priorità (tempo di vista studio lavoro e famiglia) permettendo.
Bello penso che proverò a vedere cosa si trova qui. Un abbraccio e grazie come sempre per raccontare la tua storia. Buona fine settimana.

Mirtillo14 ha detto...

Il tuo blog è molto interessante, soprattutto per una come me che non è mai stata in Giappone.
Io dei samurai conosco poco o niente, a parte il "karakiri", sicuramente è un libro interessante. Buona giornata.

Ariano Geta ha detto...

Ho letto alcuni libri sui samurai (in particolare "Hagakure" di Yamamoto Tsumetomo), questo però no. Da come dici, malgrado alcune piccole inesattezze è ben scritto quindi sicuramente cercherò di leggerlo.

Nella Crosiglia ha detto...

Molto interessante Titti, leggerei per ore quello che scrivi.
Ho letto parecchi volumi sui samurai e non mi stanco mai di apprendere la civiltà orientale.
Grazie di colmarmi parecchie lacune.
Un abbraccio piovoso!

Giulia Pulerà ( GIULYBLADER ) ha detto...

Mi sono sempre interESSATE LE ARTI MARZIALI E I SAMURAI!
difatti ho ben tre katane da allenamento e ornamento a casa mia.
Solo che molto probabilmente io avrei l'anima di un ronin! XD
bell'articolo!

Monica ha detto...

Conoscevo l'episodio del sale che citi, e mi è sempre piaciuto molto. Ammetto che lo riporto spesso, quando devo spiegare a qualcuno il concetto di lealtà e di buona rivalità.
La storia giapponese è ricca di particolari edificanti, molto spesso più di quanto non lo sia la nostra italiana....

L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

Luigi ha detto...

molto saggi questi samurai Titti!!!
Anch'io ho imparato solo a sconfiggere me stesso
Buona settimana

White Blossom✿ ha detto...

Preziosi consigli! Direi anche autorevoli, visto che a dispensarli erano persone come i samurai, estremamente dediti all'imperatore al punto di sacrificare la vita, e sicuramente pronti ad affrontare qualunque situazione con saggezza.
Grazie, bisogna ricordarli sempre questi consigli e, specialmente alcuni, cercare di attuarli.
Con affetto

White Blossom✿ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
lella ha detto...

La figura del samurai mi ha sempre affascinato, ma purtroppo la conosco solo attraverso i romanzi o i film. Il libro che hai letto potrebbe essere uno stimolo ad approfondirne la conoscenza in modo più realistico.
----
Quindi fa caldo anche lì da voi? Qui in Italia fa un caldo anomalo per la stagione e il mese di maggio. Speriamo che le temperature ritornino nella norma.

Titti ha detto...

@ Nyu,
neanch'io...

@ Volpe Artica,
è stato molto interessante!

@ Beatris,
grazie anche a te!

@ edvige,
io invece vorrei studiare la storia dell'Italia...

@ Mirtillo 14,
infatti questo libro è molto interessante... il "harakiri (seppuku)" è uno dei loro virtù...

@ Ariano Geta,
Hagakure è bellissimo. Forse conosci bene i samurai più di me (alle scuole non mi interessavano per niente, e appena ho iniziato a studiare un po'...)
A parte i piccoli errori, mi dispiace davvero per la parte del aneddoto usignolo. Illustra bene le loro caratteristiche, ma in questo libro tutto è rovinato...

@ Nella Crosiglia,
sono contenta se ti interessi. Grazie.

@ Giulia Pulerà,
ma hai le katane!

@ Monica,
ma sapevi l'episodio del sale! Anche a me piace molto.

@ Luigi,
devo impararlo...

@ White Blossom,
vorrei imparare a praticare questi consigli...

@ Iella,
ma anche da voi, fa caldo...