14 gen 2015

TAIWAN ANCORA

A nord di Taipei, in Taiwan, tra le montagne c'è una stazione ferroviaria Shifen, famosa per le lanterne volanti.
Sui due lati del binario si susseguono i negozi l'uno dopo l'altro.
E quando qualcuno grida, forse "il treno sta arrivando!", tutti noi ci mettiamo di lato. Ed passa il treno rasente ai due lati un attimo dopo che il binario è sgomberato da tutti gli oggetti sparsi. Ma che brividi!
Poi subito si torna sui binari...
Le lanterne sono fatte di carta oleata di riso.
Scegliamo il colore, scriviamo i desideri sui quattro lati della lanterna.
E quando viene dato fuoco al fascio di carta annesso all'interno, la lanterna inizia a gonfiarsi. Poi appena gonfiata pienamente, lasciamo andarla nel cielo.
La lanterna si solleva dal proprio calore,
E in un momento volano via nel cielo limpido.
Nel cielo volavano tante lanterne come le minuscole mongolfiere.
Ai negozi ai lati del binario, si vendono così le lanterne di carta.
Si sceglie il colore. Ogni colore ha un significato, per esempio il giallo significa il denaro, l'azzurro il commercio, la viola lo studio, e la rosa l'amore... e ci sono anche quelle pluricolorate.
Abbiamo scelto il rosso che significa il salute per la mia suocera. E ci abbiamo scritto il nostro desiderio.
Anche la nostra lanterna è volata via... portando addosso il nostro desiderio...
Poi siamo arrivati a Jiufen, la bellissima cittadina montana. E' diventata famosa per il film "Città dolente" che è stato girato qui e ha vinto il Leone d'Oro nel 1989.

E' diventata ulteriormente famosa per la voce che il centro storico fu scelto come il modello di ambientazione del film di Miyazaki, "La città incantata".
Mi sembra che Yubaba si affacciasse da una di queste finestre, o Chihiro apparisse tra le vie da un momento all'altro anche se lo Studio Giburi smentisce ufficialmente queste voci.
Abbiamo visitato questo posto per la seconda volta, ma per la prima volta ci siamo entrati per prendere un tè.  Questo è il servizio da tè tipico taiwanese che è molto diverso da quello giapponese.
Il tè viene accompagnato dai vari dolci.
Abbiamo preso il tè buonissimo, guardando il panorama che si faceva buio piano piano...
Mi piace proprio questo momento, un attimo prima che il sole tramonti completamente...
Stavolta abbiamo viaggiato con la mia suocera e l'abbiamo portata ai vari posti nostri preferiti, come questa, l'ex tomba di Akashi Motojiro che rispetto molto.

Di Akashi Motojiro e della storia ⇒ http://imonologhi.blogspot.jp/2011/08/passeggiata-taipei.html

I palazzi di stile giapponese, gli anziani che parlano giapponese, i tassisti che ascoltano gli enka, le ballate giapponese... In Taiwan rimangono tanti aspetti giapponesi e ci provocano la nostalgia...

Per me e mio marito non c'era nessuna novità, ma con la mia suocera abbiamo trascorso le vacanze indimenticabili.

In Taiwan la gente è gentile, si mangia benissimo, ci sono tanti posti da vedere... amo molto questo paese. Spero che più turisti lo visitino.

Un po' di Taiwan⇒
http://imonologhi.blogspot.jp/2014/01/ritorno-taiwan.html
http://imonologhi.blogspot.jp/2013/01/ancora-taiwan.html
http://imonologhi.blogspot.jp/2012/05/sulle-orme-di-un-passato.html
http://imonologhi.blogspot.jp/2009/05/piccola-vacanza-in-taiwan.html

12 commenti:

Volpe Artica ha detto...

che bello!! Accipicchia ! Spero di andarci un giorno anch'io!! Ma una domandina...lo studio di Hayao Miyazaki qua in occidente lo conosciamo come Ghibli..ma è un adattamento di Giburi visto che tu lo hai scritto così? Per aiutarci nella pronuncia?

Volpe Artica ha detto...

ps: spero che tua suocera si rimetta in salute presto!

edvige ha detto...

Passare da te e legger sulla tua terra sulle tradizioni e su tutte le cose belle che vai a vedere e che ci rendi partecipi è splendido. Grazie carissima un abbraccio.
PS. Ti ho mandato un mail l'hai ricevuta???

Luigi ha detto...

sai che le lanterne volanti si stanno diffondendo anche in Italia: il 31 dicembre a mezzanotte si vedevano alcune piccole lanterne volare nel cielo insieme ai fuochi d'artificio!!!
Buon inizio d'anno

AnnMeri ha detto...

Posti stupendi!!!!
Mi piace l'idea di scrivere un desiderio su delle lanterne che vengono fatte volare....
Foto bellissime! ^^

Ariano Geta ha detto...

Ricordo molti tuoi precedenti post su Taiwan, si vede che questo paese ti piace molto.
La città che avete visitato è davvero pittoresca, ci credo che abbia ispirato Miyazaki.

Murasaki ha detto...

Che bello che abbiate portato tua suocera a fare questo viaggio con voi. Sarà stato emozionante!

Nyu Egawa ha detto...

Le lanterne sono bellissime.. sembrano davvero portare lontano in nostri desideri!

A.H.V. ha detto...

Le lanterneee! *_*
Quando i cinesi hanno cominciato a trasferirsi in Italia per lavorare, ero contentissima di vedere tutte le loro lanternine in giro, hanno un che di magico e queste del Taiwan le ricordano!
Che bel post emotivo, Titti!

Monica ha detto...

Che belle lanterne!! E che favolosi dolcetti... E' sempre un piacere immergersi con te nei luoghi che visiti.. chissà di poterci prima o poi andare anche di persona!

L'angolo della Casalinga, ricette veloci e facili

Ciccola ha detto...

Sempre bellissima, le foto mi hanno incantata. Le lanterne stanno diventando un'abitudine anche da noi, quest'estate dopo una cena in giardino le abbiamo accese e osservate finchè non sono sparite nel cielo (o dietro ai tetti dei palazzi).

Titti ha detto...

@ Volpe Artica,
grazie. E scusami se ti ho confusa, ma ho scritto "Giburi" secondo la pronuncia italiana... molto spesso si confonde in italia...

@ edvige,
questo posto non è di nostra terra ma di Taiwan!

@ Luigi,
come sarà vederle in Italia...

@ AnnMeri,
infatti, è stata una bella esperienza...

@ Ariano Geta.
sì, mi piace molto...

@ Murasaki,
comunque è un viaggio speciale per noi...

@ Nyu,
infatti!

@ A.H.V.,
ma come sarà vederle in Italia...

@ Monica,
sono contenta che se ti piaccia il Taiwan...

@ Ciccola,
ma come sarà vederle in Italia...