4 feb 2014

IL BORDO VERTIGINOSO DELLE COSE

Mi piace molto Gianrico Carofiglio. Con questo libro l'ho riconosciuto di nuovo.
Lo stile semplice ma acuto mi affascina e una volta comincio a leggere, non posso staccarmi dalle pagine. Capisco così bene la sensazione e il sentimento che scrive nei libri che a volte, mi sembra di essere sbirciato nel mio cuore. E anche questa storia si svolge in città di Bari che adoro molto e forse questo è uno dei motivi per cui provo simpatia per questa storia. I nomi delle vie o dei quartieri mi trascinano subito in città e mi par di vedere i paesaggi, di ascoltare i rumori e di sentire l'odore.
Anche se preferisco la serie di Guerrieri, non è male anche questa storia in cui Enrico, il protagonista affronta con il passato attraverso i ricordi di un'adolescenza fragile, pericolante e inquieta. 

Il presente e il passato si alternano a capitoli alterni e piano piano saltano fuori i pezzi del suo passato; l'amore puro ma amaro per Celeste, la giovane supplente di filosofia, l'attrazione per Salvatore, il compagno di classe già adulto, l'amicizia con Stefania e i rapporti con la famiglia.
Tornato alla città natale da cui è scappato molti anni prima e seguendo i ricordi Enrico cerca di ritornare al punto in cui si è perso e da cui deve ricominciare...
Con il caldo insolito mi veniva voglia di prendere qualcosa di freddo...

Secondo il calendario, il 4 febbraio è l'inizio della primavera. Ma inversamente l'inverno è ritornato oggi. Dopo che ci siamo assuefatti al caldo insolito di settimana scorsa, soffriamo di più questo freddo...

8 commenti:

Nyu Sumeragi ha detto...

Anche qui l'inverno è cominciato da poco.. con il clima mite che c'è stato fino ad ora, pensavo che il freddo non sarebbe più arrivato!

White Blossom✿ ha detto...

Ciao Titti!
Proprio così! Il libro ti piace perché parla di Bari, e l'autore descrive luoghi che conosci e che ami. A me succede quando leggo libri di autori giapponesi che parlano del Giappone!! *____*
Intanto qui continua a piovere...

Beatris ha detto...

Da me la primavera è ancora lontanissima, siamo sommersi di neve bianchissima e bellissima!
Un abbraccio e buona giornata da Beatris

Titti ha detto...

@ Nyu,
beati voi...

@ White Blossom,
infatti! I libri ci portano dovunque...

@ Beatris,
lo so bene, grazie alle tue bellissime foto...

Pupottina ha detto...

ciao Titti.
Da quanto non passavo a trovarti e scopro che apprezzi sempre leggere romanzi di autori italiani. mi fa molto piacere.

Titti ha detto...

@Pupottina,
da tanto tempo!
In questo periodo ho tempo sempre meno, ma comunque leggo qualcosa...

Giulia Pulerà ( GIULYBLADER ) ha detto...

poverino l'orco rosso :(...comunque è davvero una bella storia :)

Titti ha detto...

@ Giulia purelà,
mi piace molto questa storia...