07 gen 2014

STELLA STELLINA

Finalmente è stato pubblicato in italiano il libro di Ekuni Kaori che adoro molto e i cui libri ne ho letti tutti.
"Stella stellina" è uscito in Giappone nel 1991 e ha vinto il Premio Murasaki Shikibu. E narra la storia di una singolare vita matrimoniale di Mutsuki, che è un medico ed omosessuale (ha anche un giovane amante) e Shoko che è una traduttrice ed affetta dalla instabilità emotiva e dedita all'alcol, da poco sposati. La narrazione procede in prima persona a capitoli alterni e prende forma una realtà particolare che esiste solo tra loro.

Si tratta dunque di un matrimonio "di convenienza", consapevolmente scelto da entrambi per sfuggire alle pressioni delle rispettive famiglie, oltre che del contesto sociale. E per questo i due trovano sostegno e conforto uno nella presenza dell'altra.
 
Anche se non sono marito e moglie normali, si amano. Si amano tra alti e bassi eccessivi e senza rapporti sessuali. E il loro amore, la loro solitudine e i loro dolori sono così struggenti che mi si stringe il cuore.

Il mondo di Ekuni Kaori è limpido, incolore e molto delicato e da questo mondo sono affascinata più dalle storie stesse. Penso che sia molto difficile tradurre il suo mondo caratteristico precisamente nelle altre lingue. Ma mi dispiace molto che (secondo me) alcune parole non siano state tradotte in modo appropriato e sia cambiato il suo mondo...

Per esempio, quando Mutsuki chiede alla amica di Shoko di invitare anche l'ex di Shoko di andare insieme al luna park (p.78), le dice "Non adatto al marito di Shoko. Quella del marito non è una parte che mi si addice. Però non si può chiedere a qualche altro uomo di diventare il suo amante...", ma assolutamente non le dice "Io sono inutilizzabile. Quella del marito non è una parte che mi si addice, In altre parole non posso essere un uomo" come tradotti in questo libro.
In questo punto Mutsuki non confessa la sua omosessualità alla amica di moglie a sua insaputa.

Sono solo le cose insignificanti, ma per i lettori come me che leggo immaginando ogni scena, è un peccato. Però è abbastanza interessante e spero che piaccia a tutti anche in Italia...
L'ho letto in un periodo molto affaccendato prima del Natale, ma come sempre la lettura mi da un attimo di riposo... soprattutto con il dolce buonissimo (la zuppa della marmellata dei fagioli rossi con le polpette di riso cotte al vapore)...

4 commenti:

Nyu Sumeragi ha detto...

Ho visto spesso quel dolce ma non avevo mai capito cosa fosse! Grazie per averlo spiegato. :p

White Blossom✿ ha detto...

Certo che... anche solo un paio di parole possono cambiare il significato di una frase e pregiudicare la comprensione di un particolare momento!
Se leggerò questo libro (tu dài sempre buoni suggerimenti) terrò conto di questa precisazione...
Mmmm marmellata di fagioli rossi...! (Anche se non l'ho mai assaggiata) ^______^
Matane!
(Ti ho risposto anche nel mio blog)

Pupottina ha detto...

bel libro che sono curiosa di leggere di cui annoto subito il titolo

Titti ha detto...

@ Nyu,
ma lo sapevi!

@ White Blossom,
purtroppo non posso esprimere precisamente quello che vorrei dire... mi dispiace. Ma spero che ti piaccia il libro!

@ Pupottina,
spero che ti piaccia!