17 lug 2013

CARRI DELLA FESTA DI GION (YAMABOKO)

Ormai ci si saluta con un "Fa caldo", quando ci si incontra con i vicini o gli amici, nell'ascensore e per le strade.

Quest'anno la temperatura è salita molto presto e ne siamo già stanchi.
Se è possibile, vorrei rimanere a casa senza mai uscire in tutta l'estate...

In piena quest'afa, è arrivata la stagione delle feste estive.
Gli stili e le dimensioni sono vari, ma in questo periodo, in tutto il Giappone si tengono allo scopo di calmare gli spiriti dei defunti, per invocare la protezione del Dio perché tenga lontane le malattie e le epidemie, o pregare per il racolto abbondante del riso.

A Kyoto, si tiene una delle tre feste famose del Giappone, "Gion Matsuri".
E' una festa che ha più di 1000 anni di storia (fu nata nel 863) ed è una festa lunga che dura un intero mese di luglio in qui si svolgono vari eventi.
E il 17 luglio la festa raggiunge il climax quando si sfilano in corteo i carri.

Nei giorni precedenti in centro storico vengono montati i carri e si può ammirarli passeggiandoci ed a volte si può anche salirci su.
Sopratutto la sera, è molto bello con le lanterne accese.
Purtroppo ancora non erano accese le lanterne, ma di passaggio ho scattato qualche foto. Se avessi avuto tempo, avrei potuto passeggiare con calma vedendo tutti i carri...
Vicino ai carri, vengono esposti vari tesori.
I drappeggi che coprono i carri sono bellissimi.
In questo periodo, alcune case aprono le finestre in modo che i passanti possano ammirare i tesori custoditi di generazione in generazione, come i bellissimi paraventi antichi.
Le case tradizionali di Kyoto sono bellissimi...
Sui carri si sale attraverso il corridoio di passaggio collegato al primo piano di un palazzo.
Questo è "Naginata boko" che passa in testa nella processione. Sopra al tetto viene montata una "Naginata", una falce da guerra con il manico lungo.
Le case tradizionali di Kyoto sono affascinanti...
Alcuni drappeggi che coprono i carri sono provenienti dall'estero.
Questo è l'opera di un artigiano Nicaise Aerts che fu tessuto tra 1580 e 1620 a Bruxells in Belgio.
Uno dei 5 drappeggi che arrivarono in Giappone nel 17 esimo secolo.
Viene rappresentata la storia della guerra di Troia nell'Iliade di Omero.
Sembra strano che si mescolano gli oggetti tradizionali giapponesi e quelli occidentali in una festa così tradizionale... ma sono bellissimi.
Le bambine in Yukata (Kimono estivo di cotone)... quando ero bambina non vedevo l'ora di mettermi uno Yukata e andare al tempio scintoista vicino a casa dove si svolge la feste estiva...
In periodo delle feste estive si mangiano i Hamo, un tipo di grongo che adoro moltissimo...

Le foto della processione dei carri ⇒ http://www.kyoto-meguri.com/junkou.html

19 commenti:

Ariano Geta ha detto...

Ho visto una volta su NHK International un servizio sul Gion Matsuri e l'ho trovato bellissimo. Certi matsuri sono particolarmente chiassosi e movimentati, tipo il Sanja di Tokyo, il Gion mi è parso più pacato.

mark ha detto...

Spettacolare. In Italia dovrebbero fare di queste feste ed invocare la protezione di Dio per i vivi.
Un saluto

edvige ha detto...

Non si finisce mai d'imparare grazie per queste notizie e storie da un altra parte lontana. Buona giornata

Beatris ha detto...

Bellissime immagini!
Feste, usi e costumi, sono sempre uno spettacolo!
Buon pomeriggio da Beatris

Cristina ha detto...

Proprio bello e interessante questo post, grazie Titti perchè ci regali sempre un po' del tuo Paese e lo fai non solo con un modo piacevole di scrivere, ma con il cuore :)

Nyu Sumeragi ha detto...

Le case tradizionali di Kyoto sembrano un sogno!

lunaria ha detto...

Veramente interessante e particolare questa festa, anche in Italia ci sono molte feste tradizionali e sarebbe bello potertele raccontare...

l'onorevole carpa ha detto...

Ho sempre sentito parlare di questa festa, ho visto tanti filmati e visto immagini ;D
Sembra un festa davvero bellissima, e sarebbe un sogno poterla vedere con i miei occhi ;D
Grazie come sempre per i tuoi racconti ;)

Enrico ha detto...

Stupendo :D Grazie, mi hai fatto viaggiare con la fantasia con le tue foto e le tue descrizioni!
Fantastico :D

Luigi ha detto...

sei la nostra finestra sull'oriente Titti!!!
Grazie

cuteNroll ha detto...

wow che cose meravigliose che ci mostri! L' imponenza di quei carri ha fatto percorrere un brivido lungo la mia schiena anche se li ho solo visti dalle tue foto.
E poi le bimbe in yukata sono dolcissime!
xoxo

alice c'n'r
http://cutenroll.blogspot.it/

A.H.V. ha detto...

Interessante la storia dei drappeggi europei! :o
Mi ricorda un po' l'inverso che è accaduto con le stampe giapponesi dell'Ukiyo-e che hanno influenzato tantissimo la nostra visione artistica! Cosa aveva portato da voi quei drappeggi?

White Blossom✿ ha detto...

Titti-chan!!
Anche qui a Genova c'è molto caldo-umido, e in questi giorni è anche nuvoloso, con qualche temporale e tuoni. Ho finito i bagagli per andare in Sardegna. Ma prima volevo salutarti, anche se mi sto sciogliendo nella tensione che il computer non si pianti. Pensa che ho dovuto scrivere una mail ad una mia amica in più tappe perché si spegneva! Ci tenevo a salutarti prima di partire, così mi sentirò in tua compagnia. Il tuo post sul Gion Matsuri mi ricorda il libro che sto leggendo e che sapevo stavi leggendo anche tu, la storia di Mineko Iwasaki.(Altra cosa in comune. Mi dimenticavo sempre di dirtelo. E infine "Titti sul giornale" che sorpresa! Anche se la foto è piccola, si vede che sei molto carina! ^___^
L'altro giorno ho visitato la mostra "Geishe e Samurai", una raccolta di foto della fine 1800. Mi è piaciuta molto.
Commento lungo, gomen nasai!!
Un grande abbraccio e passa una buona estate!!
Konbanwa
Patri

Carlo ha detto...

Interessante tradizione, Lo sai che ogni occasione lasciata e' persa , quindi, assaggia tutti i dolci della tradizione e facci sapere. Saluti toscani

Carlo ha detto...

Interessante tradizione, Lo sai che ogni occasione lasciata e' persa , quindi, assaggia tutti i dolci della tradizione e facci sapere. Saluti toscani

Carlo ha detto...

Interessante tradizione, Lo sai che ogni occasione lasciata e' persa , quindi, assaggia tutti i dolci della tradizione e facci sapere. Saluti toscani

Luisa Grengi ha detto...

Bellissima Kyoto, ci sono stata anche io, molto belle le tradizioni giapponesi

Pupottina ha detto...

voglio mangiare gli Hamo. mi piace il nome e anche l'aspetto ;-)

da noi il caldo è arrivato prestissimo poi se ne è andato, ma da quando è tornato seriamente, cioè da una decina di giorni, non si capisce più nulla. fa caldooooo

Titti ha detto...

@ Ariano Geta,
infatti, ma il corteo dei carri è molto energico... vorrei vederlo un giorno...

@ mark,
anche da noi vogliamo la protezione di Dio per i vivi...

@ edvige,
grazie!

@ Beatris,
grazie!

@ Cristina,
grazie come sempre.

@ Nyu,
ti sono piaciute?

@ lunaria,
ma da tanto tempo!
Le ho viste alcune feste siciliane alla tv, come quella di Sant'Agata o quella di Acireale, ma ce ne saranno tantissime altre molto interessanti...

@ l'onorevole carpa,
ti accompagno volentieri...

@ Enrico,
grazie anche a te...

@ Luigi,
grazie!

@ cuteNroll,
infatti, le bamibine sono molto carine...

@ A.H.V.,
forse hai ragione... le stampe giapponesi dell'Ukiyo-e hanno anche influenzato l'arte occidentale...

@ White Blossom,
spero che tu possa godere le bellissime vacanze in Sardegna... un giorno vorrei anch'io cisitarla...
Il libro di Mineko è stato bellissimo, spero che anche a te piaccia...
Buone vacanze

le stampe giapponesi dell'Ukiyo-e che hanno influenzato tantissimo la nostra visione artistica

@ Carlo,
grazie!

@ Luisa Grengi,
ma spero che ti sia piaciuta...

@ Pupottina,
i Hamo sono deliziosissimi!