24/feb/2013

FESTA DELLE BAMBOLE

Il gelo non vuole andarsene... e la primavera non si fa sentire per niente... 
Ma ora ne ho abbastanza di portare i maglioni pesanti, capotti e stivali... vorrei mettermi qualcosa di leggero e di chiaro...
L'altro giorno sono passata da mia mamma, ed inaspettatamente ho trovato le mie bambole esposte nel salotto.
E' incredibile... ma mia mamma espone ogni anno queste bambole che mi hanno regalato i miei nonni materni alla mia prima festa delle bambole, ora pregando anche per la salute e la felicità di sue tre nipotine...

In Giappone il 3 marzo è la festa delle bambine o delle bambole, e alle famiglie con le figlie si festeggia pregandosi per la loro buona crescita e fortuna e si espongono le bambole e si preparano i piatti tipici e i dolci...


Questa ricorrenza risale all'epoca di Heian (794-1192), ad un’antica usanza che avevano i cortigiani, chiamata hina-nagashi (bambola galleggiante) in cui le bambole di paglia venivano messe su una barca e lasciate in corsi d'acqua sperando che le bambole portassero via con se le malattie e i cattivi spiriti.
Ma poi è durante l'epoca di Edo (1603-1868), che questa festa ha preso la sua forma attuale.
Le bambole sono disposte in genere su cinque o sette piani (hinadan) coperti da un tappetino rosso (Mosen).
Il cima sono messi l’imperatore “Dairi” e l’imperatrice “Hina“ con due lampade chiamate "bonbori" ai loro lati.

Ai piani sottostanti sono esposti le tre dame di corte (sannin-kanjyo), i cinque musicisti (gonin-bayashi) che suonano strumenti antichi, i due ministri di corte (Udaijin e Sadaijin), ed i tre servi, uno che ride, l'altro che sorride e l'altro che è furioso (Shi-Cho o Sannin jogo) con un albero di mandarino selvatico (Tachibana) a sinistra e quello di ciliegio a destra.
Vengono infine messi i piccoli oggetti di uso giornaliero delle donne aristocratiche del periodo di Heian, per esempio le baule, uno specchio, gli oggetti per la cerimonia del tè, l'occorrente per cucire e un palanchino...
I vestiti delle bambole sono di corte del periodo Heian.
Ecco uno dei dolci tipici di questa festa, Hina arare, i biscotti di riso di vari gusti, come salsa di soia, alghe, o zucchero...
Poi abbiamo preso il tè con questi dolci carini...

Ma il tempo vola... come si dice da noi facendo rima, "Ichigatsu ha iku, Nigatsu ha nigheru, Sangatsu ha saru" che significa "Gennaio va, Febbraio scappa e Marzo se ne va", visto che per noi questi tre mesi sono gli ultimi mesi del nostro anno scolastico e dell'esercizio e sembrano passare più velocemente...

15 commenti:

Nyu Sumeragi ha detto...

Mi piacciono molto quelle bambole.. :)

Barbara C. ha detto...

me le ricordo, le aveva esposte anche lo scorso anno o mi confondo con altre bambole?
e che splendore i dolci di riso..

Pupottina ha detto...

al contrario che da te, da noi gennaio, febbraio e marzo sembrano non passare mai. fa freddo. l'anno scolastico è nel pieno e la vita diventa monotona ed eccessivamente domestica.
stupende le bambole che avete da voi. mi sembra giusto mostrarle e tenerle esposte in un altare. sono molto belle. anche a me piacerebbe averne almeno uno, ma io la terrei esposta per tutto l'anno ;-)
mi piacciono molto anche i biscotti. verrei volentieri a prendere il tè con te
un abbraccio

edvige ha detto...

Mi ricordo di un altro post che avevi messo su questa festa e il lavoro che bisogna fare per quest'esposizione. Bella questa tradizione ma il Giappone non le perde in nessun caso nemmeno con le nuove generazioni. Ciaoo

Color-Block ha detto...

carinissime le bambole..interessanti questi dolci..
bacioni

LunaShinigami ha detto...

awww ma sono davvero meravigliose *_* chissà che bello metterle tutte esposte *_* comunque, anche qui il freddo non ne vuole sapere di finire T_T anche io non vedo l'ora che inizi a fare più caldo!!

Ariano Geta ha detto...

Bellissime! Le bambole tradizionali giapponesi sono molto graziose, e poi i costumi tradizionali dell'era Heian sono di una finezza straordinaria.
Se fossi ricco e potessi comprare cose costosissime, comprerei sicuramente qualche emaki originale con le illustrazioni ispirate al Genji Monogatari.

Scarlett Rose ha detto...

Titti è una bellissima usanza, devi mantenerla negli anni; le bambole sono bellissime e anche i dolci sono davvero belli a vedersi...

mi ricordo che queste bambole le avevo ammirate molto l'anno scorso nel tuo post!

qui fa ancora freddo... anche io sono stanca di sentire freddo e mi tenere i maglioni e i cappotti pesanti, non vedo l'ora che arrivi la primavera!!!

ti abbraccio

Grazia ha detto...

Trovo questa tradizione, le bambole e il modo di esporle davvero raffianati ! E' tutto così curato che diventa magico. Bello. Un abbraccio e una carezza per ogni bambola.

A.H.V. ha detto...

Come mai i tre servi hanno espressioni progressivamente differenti? Rispecchiano una sorta di stato d'animo nei confronti di chi li governa oppure hanno un significato simbolico collegato a questo 'abbandono' delle negatività per abbracciare una ritrovata serenità? :o
Sembra quasi un saluto all'inverno questa festa!

A presto!

Luigi ha detto...

qui oggi sembra proprio arrivata la primavera Titti!!!
Che graziose le tue bambole

L angolo della casalinga ha detto...

Dolcetti splendidi, e bambole magnifiche... le adoro, è una tradizione splendida!

l'onorevole carpa ha detto...

Mi piace tantissimo questa festa :D
E' davvero bellissimo che la tua mamma abbia esposto le tue bambole :)
Lo scorso anno, quando sono stata in Giappone, la mia amica me le ha regalate, cosi' quest anno potrò esporle pure io :)
Le metterò nel blog, cosi' se ti và potrai vedere la mia timida collezione :D

maria ha detto...

A chi lo dici ho una voglia che inizi la primavera!! Qui ha fatto 60 cm di neve, aiuto! Che curiosa festa quella delle bambole, mi piace molto!!

Titti ha detto...

@ Nyu,
anche a me...

@ Barbara C.,
infatti, sono così affezionata a quelle bambole che non posso fare a meno di scattare le foto e metterle qui...

@ Pupottina,
ora il freddo si è attenuato anche da voi? Speriamo che la primavera arrivi veramente...

@ edvige,
infatti, quasi ogni anno scrivo di questa festa qui... ma sono così affezionata a questa festa e a queste bambole...

@ Color-Block,
grazie!

@ Luna Shinigami,
infatti, sono molto affezionata a queste bambole...
Ora speriamo che la primavera arrivi veramente...

@ Ariano Geta,
emaki originale con le illustrazioni ispirate al Genji Monogatari! Anch'io li vorrei se fossi ricca... sono una meraviglia...

@ Scarlet,
infatti, quasi ogni anno faccio le foto di queste bambole e le metto qui... ma sono così affezionata...
Ora speriamo che la primavera arrivi presto...

@ Grazia,
grazie!

@ A.H.V,
questi tre servi rappresentano i popoli che bevono il sake (alcolici) alla festa... c'erano vari tipi di popolo come oggi... chi ride, chi piange e chi si arrabbia bevendo...

@ Luigi,
anche qui finalmente...

@ L'angolo della casalinga,
grazie! Sono affezionata a questa festa molto...

@ L'onorevole carpa,
le hai esposte anche tu!
Ora vado a vederle...

@ maria,
ma 60 cm di neve!
Ora speriamo che la primavera arrivi veramente...