5 ott 2011

LA CASA NEL VICOLO

Questo libro fu pubblicato per la prima volta nel 1921.
Non conoscevo questa scrittrice siciliana, apprezzata anche da Verga, Maria Messina. Ma subito ho scoperto che e' bravissima.
E' una storia troppo triste di un'epoca molto difficile sopratutto per noi donne.
La storia inizia e finisce con la descrizione del vicolo che ben simboleggia questa storia. E due sorelle che contano le stelle sul terrazzo che da sul vicolo alla scena finale sembrano una speranza per il futuro... La torta al te' verde ha alleviato un senso amaro che questa lettura mi ha lasciato... Al tredicesimo giorno, spuntano sempre di piu' e crescono bene... anche se ancora non posso riconoscerli quadrifogli...

4 commenti:

AnnMeri ha detto...

Non amo le storie particolarmente "amare"...
Quella torta invece sembra proprio buona!
Che belli i germogli...non vedo l'ora di assistere alla fioritura completa ^^

Nyu ha detto...

Questo libro sembra interessante, a me piace molto Verga quindi se lui ha apprezzato questa scrittrice, sono certa che l'apprezzerò anche io! :)

Vedrai che presto spunteranno i quadrifogli, siamo tutti fiduciosi! xD

Pupottina ha detto...

ciao Titti
questo post me lo visualizza male ma forse è una cosa temporanea... la foto della torta è splendida e posso solo immaginare quanto mi piacerebbe mangiarla....gnam gnam!!!
Di Maria Messina non ho letto niente però se è contemporanea di Verga posso immaginare che tipo di storie tristi vengono narrate... e, sì, la donna veniva maltrattata... adesso si ha solo l'impressione che vada meglio, ma non è così... non per tutte almeno ....

Titti ha detto...

@ AnnMeri,
neanche a me non piacciono le storie tristi, ma questo libro e' stato bellissimo...

@ Nyu,
se ti piace Verga, ti piacera' questo libro... comunque e' stato bellissimo...

@ Pupottina,
ma come visualizza male questo posto... in questo periodo c'e sempre qualche problema...
Comunque grazie per avermelo avvisato...

infatti, nel mondo ci sono ancora tanti posti in cui le donne soffrono... spero davvero che tutte le donne del tutto il mondo possono godersi della vita come noi...