27 ago 2011

PASSEGGIATA A TAIPEI

All'inizio d'agosto, ci siamo stati a Taipei in Taiwan (Formosa) per una piccola vacanza.

E' un paese che mi è piaciuto molto quando ci sono stata due anni fa.

Innanzitutto la gente è gentilissima e simpaticissima per noi giapponesi, nonostante che fu l'ex colonia giapponese dal 1895 al 1945 .

Ormai sono passati 66 anni da quando il Giappone si era ritirato, la gente di allora è diventata anziana o morta e sono diventati pochi quelli che parlano giapponese, ma spesso mi capita di incontrare gli anziani che parlano giapponese perfetto e resto sorpresa.

Ma non solo, spesso anche i giovani parlano giapponese non so perche' ma per l'aspirazione per la nostra cultura.

Quando ho comprato qualcosa in un minisupermercato, ho chiesto al giovane commesso "How mach?" in inglese, allora mi ha risposto tranquillamente "100 gen desu (100 dollari taiwanesi, circa 3 euro)" in giapponese.

L'altro giorno, quando non ci siamo capiti bene, è andato da qualche parte e subito è ritornato con una anziana ambulante che poi ci ha fatto l'interprete. Ha parlato giapponese molto bene e sono rimasta impressionata dal suo sorriso illuminato di quando l'ho ringraziata.

Mi piace questo paese perché con solo 3 ore di volo possiamo goderci dell'atmosfera esotica, ma anche perché qui ci sono le orme giapponese qua e là, e ci provocano nostalgia...
Il quartiere vecchio di Sankyo che fu costruito all'epoca giapponese. Queste mattone rosse furono tutte portate dal Giappone.Questi portici mi ricordano quelli di Bologna... Qui una volta forse c'era un negozio di Kimono come l'insegna di sopra testimonia. Ce n'erano tante insegne come questa...Anche i vicoli come questo ci provocano nostalgia...

Stavolta non ho perso la città di Oka, di ceramica.

Mi dispiace l'espansionismo internazionale di quell'epoca, ma si doveva sopravvivere. I giapponesi di allora erano bravi... molto piu' bravi di noi di oggigiorno.

Il Giappone fece tutto il possibile per lo sviluppo di questo paese. Installò rete fognaria, acquedotti, ferrovie e l'elettricità, fondò le scuole e mando' gli insegnanti di qualità, e fondò addirittura l'Università nazionale nel 1928.
Anche quando la situazione militare fu diventato sfavorevole e il Giappone era in difficoltà finanziarie, fece l'impossibile forse per salvare le apparenze.

Dopo che il Giappone si fu ritirato, dalla Cina arrivò il partito nazionale che fu stato sconfitto da quello comunista.
Purtroppo erano barbari che non sapevano nemmeno l'acqua scorrere dal rubinetto. Saccheggiò, danneggio' e massacò la gente, sopratutto gli intellettuali. E la gente se ne fu accorta. "I giapponesi non facevano così".

E "l'occupazione dal partito nazionale" è durato fino a quando il primo presidente proprio taiwanese Lee Teng-hui è stato eletto nel 1988.

La loro simpatia attuale verso di noi è forse dovuta anche a questi barbari.
Ho sentito dire che anche adesso se ti dice "Hai uno spirito giapponese", significa "Sei onesto, serio e sincero". E' un elogio.

Anche stavolta abbiamo visitato la tomba del settimo viceré, Akashi Motojiro. Che sorpresa, ma davanti al suo lapide sorgevano due Torii che due anni fa avevamo visto ad un altro posto.
Ho saputo che all'inizio di questo anno, sono stati trasferiti qui, al posto originario. Sono dedicati a questo settimo viceré e al suo segretario, Kamata Masatake.

Akashi Motojiro arrivò in Taiwan nel 1918 come il settimo viceré e rese un grande servizio allo sviluppo di questo paese. Secondo me il suo maggior merito è che eliminò la discriminazione dell'educazione tra i giapponesi e i taiwanesi. Da allora anche ai taiwanesi diventò possibile studiare alle Università in Giappone. Infatti il primo presidente proprio taiwannese Lee Teng-hui si laureò all'Università di Kyoto nel 1946.

Akashi Motojiro amò molto questa terra e fu benvoluto dai popoli.
Ma si ammalò e morì sulla nave per tornare in Giappone per le vacanze e secondo il suo testamento, fu sepolto in Taiwan, proprio in questo posto che era un cimitero dei giapponesi. Ma durante l'era del partito nazionale, questo posto è stato devastato e anche i Torii sono stati trasferiti in un posto desolato.
Due anni fa, abbiamo visto questi Torii in un angolo solitario di un parco.

Ora finalmente è ritornato al posto originario dopo decine di anni e dopo molte peripezie. Vorrei ringraziare i popoli taiwanesi che hanno contribuito allo spostamento di questi Torii.

Naturalmente ho assaggiato i dolci, sopratutto le granite a sazietà...
Qui in un paese tropicale, i dolci al mango erano squisiti, ma questa granita di latte e amaretto era più buona...
Sulla scatola c'è scritto "Preghiamo per la pace del Giappone. Vi siamo vicini. Su, coraggio! Forza Giappone! I taiwanesi sono gli amici dei giapponesi".

In occasione del terremoto, hanno raccolto una somma sorprendente per la donazione per i terremotati giapponesi e ne ero molto grata.
Ho comprato apposito tanti pacchi di tè in un negozio che aveva regalato tantissimi pacchi di tè alla zona colpita subito dopo il terremoto.

Comunqe faceva caldo... molto piu' caldo che in Giappone... ma vorrei tornarci presto...

⇒⇒PASSEGGIATA DI DUE ANNI FA

17 commenti:

Nyu ha detto...

Che bella.. non pensavo avesse così tanti punti in comune col Giappone! :)

Lady Boheme ha detto...

Un luogo splendido e molto affascinante!!! Grazie per l'interessante post!!! Un abbraccio

Alexis ha detto...

Che bello leggere questi pezzi di storia! *_*

Le granite accomunano noi ed il Taiwan, allora! :P
Sono siciliana, quindi appena ho letto di granite sono rimasta piacevolmente stupita, non credevo si mangiassero anche lì!

Un saluto Titti!
^_^

kernele ha detto...

un bel post :)

Bear ha detto...

Che bel post! E che bel blog! Ti ho appena scoperta e ti ho aggiunta subito nei preferiti!

LunaShinigami ha detto...

wow dev'essere davvero un posto affascinante *__*

.B. ha detto...

quando racconti dei posti in cui vai io rimango incantata, da una parte perchè mi affascina molto la cultura orientale e tu la racconti da un punto di vista non viziato, dall'altra perchè mi sembra quasi di passarci una giornta, in quei posti. Grazie Titti sono contenta di aver trovato il tuo blog :)
Bibi

l'onorevole carpa ha detto...

Meraviglia :D
Sarebbe bello se anche per noi bastassero solo 3 ore per raggiungere una terra cosi' bella ;)

Roberta ha detto...

Che bello...sembrava di viaggiare con te!

Roberta ha detto...

Che bello...sembrava di viaggiare con te!

Murasaki ha detto...

Non sapevo che fosse rimasto un legame spirituale così forte trai taiwanesi e il Giappone... grazie per questo racconto!

Ariano Geta ha detto...

É bello vedere che nonostante il passato coloniale ci sono buoni rapporti tra giapponesi e cinesi di Taiwan. E negli ultimi decenni i rapporti sono tornati buoni anche con la Corea, giusto?

Lunaria ha detto...

Con questo racconto non hai fatto altro che accrescere la mia curiosità per Taiwan, che come altri paesi dell'Oriente mi ha sempre affascinata!

Scarlett ha detto...

grazie per questo ennesimo bel post che ho letto con piacere....io da "sciocca occidentale" ho sempre collegato Taiwan a certi prodotti che circolano in Italia, e non conoscevo nulla della bellezza e della storia di questo bel paese...è bello leggere che anche se fu invaso, questo popolo conserva un bel ricordo e della ammirazione per il Giappone!
ma credo che questo dipenda dalla nobiltà e gentilezza dei giapponesi.....un saluto e a presto!

Pupottina ha detto...

stupenda questa passeggiata in un posto che non conosco, anzi un posto che ho imparato a conoscere anche dal punto di vista storico grazie a te

^_______^

Pupottina ha detto...

p.s. eheheheh
la granita golosa non manca mai...

Titti ha detto...

@ Nyu,
infatti, e' un paese molto carino...

@ Lady Boheme,
Un abbraccio a te!

@ Alexis,
le granite, anche qui le mangiamo... non vedete il posto precedente...
Ma mi ricordo bene di quelle che ho assaggiato in Sicilia... erano squisite!

@ Kernele,
grazie!

@ Beer,
grazie, dopo ti visitero'...

@ Luna Shinigami,
grazie, e' un paese molto carino!

@ Bibi,
grazie, per aver provato simpatia per quello che ho scritto... grazie davvero!

@ l'onorevole carpa,
perche' non lo visiti per la prossima volta che vieni in Giappone?

@ Roberta,
grazie!

@ Murasaki,
infatti, ne sono rimasta commossa anc'io stessa...

@ Ariano Geta,
speriamo, ma non ci credo purtroppo...

@ Lunaria,
infatti e' un paese molto carino, spero che ti piaccia...

@ Scarlett,
infatti questo paese e' costretto a rimanere in un posto incerto nel mondo e mi dispiace molto...
Spero che tutto il mondo lo riconosca presto...

@ Pupottina,
le granite, non posso farne a meno...