14 mar 2011

DOPO TRE GIORNI

Innanzitutto vi ringrazio per le attenzioni verso di noi... quanto sono sollevata in questo momento deprimente... sono molto fortunata di aver ricevuto cosi' tanti pensieri da voi...

Sono passati 3 giorni da quella terribile catastrofe,
ma sono rimasta ancora sbalordita, anzi, sempre di piu'...
Senza dubbio il crisi piu' grande dopo la seconda guerra mondiale...

Purtroppo, ancora non si sa precisamente la quantita delle vittime e dei danni,
perche' vari municipi stessi che devono controllarli e riferirli al governo sono stati inghiottiti dall'onda anomala e spazzati via senza traccia... insieme con suoi sindaci, suoi addetti e sua anagrafe...
Quanti villaggi sono spariti interamente... non si sa ancora...
Si dice, sicuramente il numero delle vittime superera' di molto quanto pensiamo...
E non capisco piu' il significato che cosi' tante vite fosse perse in un attimo...

Non so che conseguenza avremo d'ora in poi,
sicuramente ne avremo economicamente e anche materialmente (energia insfficiente, fabbriche chiuse, ecc...) e non so piu',
ma attualmente, qui ad Osaka tutto procede normalmente come se non fosse accaduto...
Se esci di casa, non ti senti di nessun'aria di crisi...
il centro e' affollato come al solito da chi fa shopping e in caffettria si chiacchiera o si legge i libri tranquillamente...
Ma una volta accesa la tv sono trascinata nell'inferno...
Quststo contrasto mi turba molto...

Infatti, sabato mattina guardavo la tv che trasmetteva solo questa notizia,
e quando ho spostato lo sguardo verso la finestra, la' fuori, il solito paesaggio si distendeva tranquillo nel tepore della luce del mattino...
Ero tanto confusa non potendo capire quale fosse la realta'...
Non potevo credere che e' accaduto nello stesso paese...

Invece a Tokyo ragiona l'elettricita' e di consegenza, le linee ferroviarie sono molto limitate...
Li' c'e la confusione... sopratutto alle stazioni...

Questa costiera frastagliata era nota del suo bellissimo paesaggio...
Nel frattempo era molto sensibile agli Tsunami ed in genere era pronta con per esempio, le dighe di 10metri, perche' ne aveva subito i danni anche nel 1960.
Ma stavolta supera di molto la nostra prevenzione...

E poi il crisi dei centrali nucreali... mamma mia!
Ci sono stati due esplosioni a causa dell'idrogeno che hanno saltato i tetti dell'edificio piu' esterno. Se credi quello che l'autorita' dice, dentro, il contenitore e' ben saldo... cioe' il rischio serio non esiste... mi sembra che la situazione e' seria, ma spero tanto che migliori presto...

Guardando la tv, sempre piango... le persone smarrite che hanno perso i cari e le case, i paesaggi completamente rasi al suolo e le cose distrutte orribilmente mi rattristano...
Ma non dobbiamo solo piangere, dobbiamo andare avanti.

Ce la caveremo, anche i nostri nonni avevano ricostruito questo paese dopo la guerra, ora tocca a noi...

20 commenti:

Donkuri ha detto...

fatti forza!io pregherò!

l'onorevole carpa ha detto...

Prego perchè questo brutto momento possa passare presto.

mark ha detto...

Sempre presente, anche se è solo un saluto.

Lady Boheme ha detto...

Carissima amica, sono molto addolorata per la grande tragedia che ha colpito il popolo giapponese!!! Ti ringrazio infinitamente della gentile visita! Un abbraccio forte

sunflower ha detto...

sei la prima persona a cui ho pensato quando ho sentito la notizia di quanto è successo, e leggere che stai bene mi rincuora.
non perdere mai la speranza e il coraggio e la fiducia.
ti abbraccio...Emi

roberta cobrizo ha detto...

unisco il mio pensiero...

Luigi ha detto...

cara Titti: provo una tristezza per quella gente che ha perso tutto e continuo a pregare perchè la disperazione non prenda il sopravvento!!!
Un grandissimo abbraccio

Patapata ha detto...

..davvero non ci sono parole per esprimere questo senso di tristezza abissale.. nessuno si merita una tale sciagura, ma ancor meno si riesce a farsene una ragione quando capita a un popolo così civile, intelligente, operoso, dignitoso, fiero, con un grande passato e un futuro (speriamo davvero) radioso davanti a sè. posso solo dirti che vi sono vicina col pensiero, sempre rivolto a voi. un abbraccio.

Kami no Kuni ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
パオロ ha detto...

Tittisan,
sono estremamente dispiaciuto... mi unisco con tutto me stesso al tuo dolore.. Una sensei di Tokyo del corso di giapponese che frequento ha scritto queste frasi subito dopo il terremoto:

"Per capire la vita, devi capire la morte.
Per capire la grazia della natura, devi capire la forza della natura.
Un nemico ti fa comprendere cos'e' un amico.
L'infelicita' ti fa capire la felicita'.
L'indifferenza ti fa capire l'amore."

Tittisan, Ganbatte kudasai!!

Il Giappone è un grande paese e ha l'appoggio di tutto il mondo. Riuscirete a superare anche questa tragedia.. anche se il prezzo sembrerà insostenibile.

Grazia ha detto...

Ciao Titti. Sono bellissime le parole della sensei di Tokyo del commento precedente. Dovremmo impararle a memoria e ripeterle a noi stessi ogni volta che la vita ci mette davanti a grandi prove.Seguo le notizie che la tv ci da in continuazione. Tutto il mondo vi segue e spero che tutti vi aiutino. Avrete bisogno di tanto.Sono però contenta di sapere che voi state bene. Scrivi e come vedi tante persone ti seguono e ti sono vicine anche se lontane geograficamente.
Ti abbraccio.

Shoras ha detto...

Il Giappone è una nazione dal cuore forte, sono sicuro che si riprendere ancora più forte di prima.

Vi siamo tutti vicini per quel che possiamo :(

ValeTork ha detto...

sono certa che il popolo Giapponese troverà la forza, come sempre, per ricomnciare

Vale

mariangela ha detto...

DA POCO PASSO SUL TUO BLOG, VOLEVO DIRTI QUALCHE PAROLA DI CONFORTO, MA OGNI FRASE MI SEMBRA BANALE COSI' TI MANDO UN FORTE ABBRACCIO

Cristina ha detto...

Quello che lascia senza fiato è la potenza devastante della natura.. Come sembriamo piccoli di fronte ad essa.. Titti, come va? Ti penso. Ogni volta che nominano il Giappone penso e prego che l'incubo nucleare resti solo un incubo tra gli incubi. Un abbraccio forte forte. Cris

Angela ha detto...

Ciao, sono vicina al tuo paese, anche se è poco, forza, ce la farete anche sta volta.

Francesca ha detto...

Ciao Titti! Ogni volta che ascolto le notizie nei vari telegiornali spero che dicano che la situazione è tornata sotto controllo.
Un abbraccio

Titti ha detto...

@ donkuri,
grazie!

@ l'onorevole carpa,
lo spero proprio...

@ mark,
grazie

@ lady boheme
ci tornero' ripetutamente...

@ emi,
grazie, e' piacere sentirti...

@roberta cobrizo,
grazie

@ luigi,
ti ringrazio sempre per la tua gentilezza...

@ patapata,
grazie per il gentile pensiero...
da qui ricominciamo...

@ paolo,
sono bellissime parole... grazie!
in questi giorni sempre sono rimasta giu', ma dobbiamo superare questa difficolta'...

@ grazia,
infati, sono bellissime parole...
grazie per il gentile pensiero,
da qui ricominciamo da zero...


@ shoras,
grazie davvero... ce la caviamo...

@vale tork,
grazie davvero, da qui ricominciamo...

@mariangela,
grazie, ti sono grata per il tuo pensier...

@ cristina,
la natura non si prevede...
grazie, non mi sento che ti ho appena conosciuto...

@ angela,
grazie, da qui ricominciamo...

@ francesca,
grazie, anch'io lo spero proprio...

Pupottina ha detto...

capisco che ci sia il contrasto tra il posto dove vivi e dove si è scatenato lo tsunami. le persone anche se soffrono hanno bisogno di andare avanti con la loro quotidianità per un senso psicologico do sopravvivenza. siete un Paese forte, ce la farete a riorganizzarvi anche nonostante tutto il vostro dolore. avete una mentalità forte.

Titti ha detto...

@ pupottina,
grazie per i tuoi gentili pensieri...