02 nov 2009

PAROLE - n.1

Siamo gia' a novembre... e con l'arrivo di un nuovo mese, vorrei qualcosa di nuovo... e comincio a scrivere delle parole giapponesi particolari... che non ci sono nelle altre lingue o sono difficili da tradurre...

OKAGHESAMADE ultimamente i giovani non la usano piu’... ma io la usa spesso ed e’ una bellissima parola.
“Come stai?”, “Come procede il lavoro?”, “Come sta tua madre?” – “Bene, okagesamade” che significa “grazie a voi”. Infatti se ti risponde cosi’, in realta non gli hai fatto niente per cui ti ringrazia. Ma questa non e’ la parola per ringraziare qualcuno definito. Noi viviamo circondati da varie cose, come i cibi o la natura ma tante cose, e “okagesamade” significa “grazie a questo fatto, adesso sto bene davanti a te”, cioe’ una parola per ringraziare tutte le persone e tutte le cose che ci circondano.
In Giappone, fin dall’antichita’ abbiamo sempre creduto nel pantheon cioe’ in tutti gli dei del cielo e della terra e credevamo che in ogni cosa dimorasse un dio. Anche nella montagna, nel fiume, nell’acqua, nella fiamma... Per questo al pozzo o al forno applicavamo un amuleto. Nei paesi c’erano i pozzi e quando i paesani venivano a attingere l’acqua la mattina, prima di tutto veneravano il sole del mattino dopo che si lavavano le mani. Poi cominciavano a lavare il riso o attingere l’acqua. I paesani comprendevano spontaneamente che li’ c’erano l’acqua e i cibi perche’ c’era il sole e il sole nutriva la natura, le montagne crescevano, e la terra conservava l’acqua e di conseguenza sapevano ringraziare.
Pero’ adesso senza il sole, basta premere un bottone per accendere la luce o l’aria condizionata. Si e’ persa l’occasione per ringraziare la natura. Per questo anche si sarebbe persa la sensibilita’ di ringraziare qualcosa... Ringraziare la natura coincide con ringraziare gli altri, amare la propria famiglia e trattare gli anziani con premura. Proprio adesso si deve ricordare quello spirito dicendo “okagesamade”...

4 commenti:

Pupottina ha detto...

okagesamade anche a te
è un bene, un dovere, una forma di rispetto ringraziare qualcuno... queste forme di sensibilità non si dovrebbero mai perdere...
^______________^

パオロ ha detto...

molto profondo questo post, mi è piaciuto molto la penso anche io così...
Okagesamade Tittisan.

Pensandoci questo termine è simile a Gochisosamadeshita o sbaglio?
matanè

tore ha detto...

ciao Titti,
anche a me piaciono le parole antiche ad esempio invece di atama (testa) dico otsumuri :))
tore

Titti ha detto...

ciao pupottina,
volevo provare qualcosa di nuovo... e mi e' venuta un'idea di scrivere delle parole tipiche giapponesi...
buon fine settimana...

ciao paolo,
hai ragione, anche gochisousamadeshita e itadakimasu sono le parole per ringraziare...
ho gia' scritto di queste parole e fra due settimane lo postero' qui...
buon fine settimana, matane

ciao tore,
incredibile...conosci le parole cosi antiche...