03 apr 2008

LA FIACCOLA

Un campione indiano del calcio che aveva assunto un carico di tedoforo ha dichiarato di rifiutarlo per manifestare la solidarieta' ai tibetani.
Ugualmente anche una tailandese che ha assunto questo carico ha dichiarato lo stesso.
E un medaglia d'oro francese di Judo, David Douillet ha espresso la sua intenzione di correre con la fiaccola il 7 a Parigi, portando un distintivo per la difesa dei diritti umani.
Il sindaco di parigi, Bertrando Delanoe ha dichiarato che il 7 aprile, quando la fiaccola passera' davanti al municipio di parigi ,sara' esposto lo striscione traversale con lo scritto "Parigi protegge i diritti umani del tutto il mondo".
Poi un commissario di CIO (comitato olimpico internazionale) ha precisato che CIO non vietera' che i giocatori che partecipano alla staffetta olimpica con la fiaccola manifestano la loro parere sui diritti umani. "Dentro gli stadi non ci si puo' comportare politicamente, ma fuori gli stadi si puo' dichiarare la loro parele liberalmente."
E prevedono che nel tutto il mondo dove passa la fiaccola, tantissime proteste contro la Cina che sta oppremendo i popoli.
Nonostante l'autorita' cinese esige ai paesi che escludano le proteste contro la Cina durante la fiaccora passa.
Sono contenta che l'opinione pubblica del mondo propende per la difesa dei diritti umani.
Ma nel frattempo temo che l'ira del mondo si dirige verso i popoli cinesi ma verso l'autorita cinese. Anche loro sono le vittime della dittatura comnista che non sono educate equamente...

Nessun commento: