18 dic 2008

SFINITA

Finalmente le feste sono alle porte, si sente l'aria festosa pienamente mentre sono arrivata a Venerdi'... a stento...
Sinceramente non ho trascorso mai una settimana cosi' intensa. Mai.
Ora il mio tempo e' zero, e sono totalmente sfinita.

Mio marito si e' infortunato durante gli esecizi di Kendo (la scerma giapponese) che fa ogni domenica mattina. E' stato portato al pronto soccorso dall'ambulanza. Il tallone d'Achille si e' spezzato.

Con una gamba ingessata non puo' fare niente, ma niente. Sia a casa che in ufficcio. Quando cammina con le grucce, tutte le mani sono occupate e non puo' portare niente.
Cosi' devo aiutarlo, anzi' devo diventare le sue gambe e le sue mani.

Il suo ufficcio si trova in centro e di solito ci va con il metro di 20 minuti. Ora devo accompagnarlo fino all'ufficcio la mattina, e la sera devo andarci a prenderlo. All'ora di punta di mattina e di sera c'e sempre traffico, e ci vuole un'ora. Per me l'andata e il ritorno piu' due volte al giorno e' gran fatica...

Di solito mio marito mangia spesso fuori con i colleghi e i clienti, pero' adesso ogni giorno devo preparare la cena. In piu' devo preparare anche l'Obento (il cestino da pranzo), perche' non puo' andare alla mensa.

La mia vita e' cambiata di 180 gradi... I miei programmi sono costretti a modificare, anche il nostro viaggio delle vacanze del capodanno l'ho cancellato malvolentieri...

Pacienza! Farebbe lo stesso per me se fossi io nei guai. Per fortuna abbiamo cominciato a abituarci a questa vita piano piano...

5 commenti:

indierocker ha detto...

uff, che sfortuna, proprio in vista delle vacanze!
in bocca al lupo a tuo marito, e che guarisca presto!
ciao!!!

Titti ha detto...

grazie, indie...
ci rintaniamo in casa con le pietanze...
ciao e buona festa!

Claudio ha detto...

Accidenti che dolore, anchio anni fa mi sono rotto il tendine di achille.
Ma tuo marito come riesce a lavorare con la rottura del tendine, dopo l'operzione che ho fatto non riuscivo nemmeno a muovere la gamba.
Speriamo in una una veloce guarigione e dirgli di non sforzarsi troppo e di riposare.
Non ci voleva questo incidente, propio adesso che sono arrivate le vacanze di Natale.
In bocca al lupo.
Ciao.
Claudio

Emi ha detto...

mi dispiace molto per l'incidente di tuo marito...ma come mai va al lavoro comunque? non può restare a casa visto che è malato?

ciao e a presto da emi

Titti ha detto...

ciao claudio,
"crepi!"
per fortuna, abbiamo trovato un medico che ci ha proposto la terapia senza l'operazione... mio marito non voleva essere ricoverato ed essere assente al lavoro...
ma con un'ingessatura non muoversi liberalmente, e' molto faticoso... invece tu, quanto tempo ci voleva per guarire completamente?
sono in apprensione per i mesi seguenti...
a presto

ciao emi,
poteva chiedere i permessi, pero' non voleva esser assente al lavoro con i lavori da sbrigare prima delle vacanze...
per fortuna da oggi al 4 gennaio siamo nelle vacanze... anche se abbiamo cancellato il viaggio e non possiamo andare in nessun posto...
a presto