04 set 2008

LETTERA A UN BAMBINO MAI NATO

E' stata bellissima storia... e' stata descritta chiaramente la realta' indiscutibile...
L'ho letto in una sola tirata, e leggendolo non sentivo nessun anacronismo nonostante questo libro e' pubblicato piu' di 30 anni fa... alla fine la societa' non e' cambiata tanto, anche se qualche situazione e' migliorata... e' chiarissimo solo vedere i divari dei numeri dei politic o dei direttori fra due sessi... purtroppo... Da noi il congedo per prendersi cura dei bambini e' accicurato per tutti, ma non ho visto mai un uomo che l'ha preso. L'hanno preso sempre le mie amiche anziche' loro mariti, e sono state costrette a sospendere la loro carriera... Alla tv e' presentato qualche caso in cui qualche papa' che curano i bambini rimasti a casa come i casi eccezionali, ma in realta' non ne ho visto mai nemmeno uno tra i miei amici... alla fine la sospensione del lavoro significa rinunciare a fare carriera e gli uomini non lo vogliono mai... A fare piu' sacrifici siamo sempre noi donne...
Non sopporto mai che qualcuno mi impedisca la liberta'...
Nessuno puo' e deve privarne di altrui...
Grazie Nana, per avermelo consigliato...

4 commenti:

Nana ha detto...

cara titti sono molto felice che tu abbia apprezzato questo libro.

Oriana Fallaci è sempre stata molto contestata in Italia, perchè le davano della sovversiva per le sue idee politiche e per il modo diretto e poco diplomatico con cui le portava avanti.
Era malata da tempo di cancro, ma nonostante la malattia viveva la sua vita con orgoglio e facendosi sempre sentire.

All'estero, soprattutto negli USA è apprezzata, conosciuta e stimata come scrittrice e come donna.
Quando è morta, dall'estero ha ricevuto più gratitudine e stima.
dall'Italia solo tanta ipocrisia.

L'ammiro tantissimo.
Ho tutti i suoi libri!^^
e leggerla è sempre di grande attualità come hai potuto vedere tu stessa!

un bacio!

Titti ha detto...

cara nana,
ho ricordato la notizia della sua morte...
1-2 anno fa l'ho lettao alle paggine dei giornali italiani, allora riconoscevo che fosse la morte di una giornalista coraggiosa e clamorosa, e mi sono incuriosita per lei, ma col tempo ho dimenticato... non sapevo che aveva scritto anche questo tipo di romanzo...
stavolta ho letto questo libro senza sapere che l'autorice sia quella giornalista... non me ne accorta per niente...
di lei non conosco bene, ma qualunque fossero le sue idee politiche, non cambia mai il suo merito, i bellisimi libri sono bellissimi...
sono contenta davvero di aver letto questo...
ti abbraccio

Emi ha detto...

anche io adoro questo libro...come quasi tutti gli altri libri che ha scritto la Fallaci.
ma questo dei suoi è forse il migliore perchè arriva dritto nel cuore di chi lo legge...

Titti ha detto...

ciao emi,
infatti, e' stato bellissimo questo libro...